Google nella bufera a causa di Maps e Blogger | T-Mag | il magazine di Tecnè

Google nella bufera a causa di Maps e Blogger

Google nuovamente di fronte ai giudici, questa volta a causa di Blogger delle sue presunte restrizioni riguardo la privacy e di Maps, per una presunta concorrenza sleale. Secondo il portale Techdows, all’interno della piattaforma di Blogger esiste un meccanismo nascosto che automaticamente potrebbe interdire il blog ad un determinato paese, ad esempio un blog italiano potrebbe non essere visualizzato in India. Questione che, in un periodo caratterizzato dalla censura del web, susciterà senz’altro polemiche. Altro motivo di discussioni sarebbe quello secondo cui Google Maps offrirebbe servizi gratutiti con il fine di sbaragliare la concorrenza. Per questo il tribunale di Parigi avrebbe condannato BigG per abuso di posizione dominante. L’accusa sarebbe stata formulata dall’azienda francese Bottin Cartographes, società che fornisce carte geografiche e mappe a pagamento.

 

Scrivi una replica

News

Legge elettorale, ‘Rosatellum bis’ depositato alla Camera e al Senato

Il relatore alla legge elettorale, Emanuele Fiano del Partito democratico, ha depositato in commissione Affari costituzionali della Camera il nuovo testo base, il cosiddetto Rosatellum…

21 Set 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »

Banche, Draghi: “In Europa il livello delle sofferenze rimane alto”

“Nonostante i recenti progressi il livello dei non performing loans nei bilanci delle banche europee resta alto”. Lo ha detto il presidente della Banca centrale…

21 Set 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »

Ryanair assumerà 125 piloti nelle prossime due settimane

Centoventicinque piloti verranno assunti dalla compagnia aerea Ryanair nelle prossime due settimane. Lo ha reso noto l’amministratore delegato della società, Michael O’Leary, poche ore dopo…

21 Set 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »

Google acquista una parte di Htc

Il colosso di Mountain View, Google, ha ufficializzato l’acquisto di una parte delle attività della compagnia taiwanese HTC per 1,1 miliardi di dollari. Quindi dopo…

21 Set 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia