Spagna,proteste contro le misure del governo. Borse, crollano Milano e Madrid | T-Mag | il magazine di Tecnè

Spagna,proteste contro le misure del governo. Borse, crollano Milano e Madrid

Con la crisi economica che colpisce duramente la Spagna, il governo guidato da Mariano Rajoy tenta il tutto per tutto, varando una nuova manovra da 65 milioni di euro per tagliare il disavanzo pubblico.
Ma gli spagnoli non accettano questi nuovi sacrifici e protestano. In molti casi anche con fermezza.
Cortei a Bilbao, Barcellona e Madrid. La manifestazione nella capitale spagnola è degenerata in scontri tra dimostranti e forze di polizia andati avanti per tutta la notte e nei quali sette persone sono state tratte in arresto e 26 sono rimaste ferite. Questo accadeva ieri, 19 luglio.
Mentre già dalle prime ore di oggi, 20 luglio, migliaia di persone si sono radunate nelle piazze per protestare ancora una volta contro le misure del governo Rajoy.
A Madrid, la polizia, nel tentativo di disperdere la folla, ha sparato diversi proiettili di gomma. Al momento, sette persone sono state fermate, mentre sei sono rimaste ferite. Ma la mobilitazione dei cittadini spagnoli riguarda anche molte altre città, dove i dipendenti statali stanno mandando il traffico in tilt con presidi spontanei.
Nel frattempo, l’Eurogruppo ha dato il via libera al nuovo pacchetto di aiuti per la Spagna che prevede una disponibilità fino a 100 miliardi di euro, di cui 30 miliardi disponibili già entro fine di luglio.
Soldi che serviranno, ha detto il commissario europero agli Affari economici e monetari, Olli Rehn, per tornare ad “avere” in Spagna “banche sane, regolate in modo efficace e controllate in modo rigoroso, in modo da alimentare una crescita economica sostenibile”.
Ma nonostante le iniziative dell’Eurogruppo, oggi è stato un venerdì nero per le Borse europee, soprattutto per Madrid, che ha chiuso in negativo con un -5,82%.

 

Scrivi una replica

News

Beirut: “Saltato il contratto per il gas con Mosca”

“Eravamo praticamente sul punto di firmare il nostro primo contratto per lo sviluppo di giacimenti di gas grazie alla partecipazione di compagnie russe: ora stiamo…

17 Nov 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »

Usa: “In Europa c’è un alto rischio di attacchi dell’Isis”

“Gli incidenti in Francia, Russia, Svezia, Gran Bretagna, Spagna e Finlandia dimostrano che l’Isis e i suoi affiliati hanno la capacità di pianificare e compiere…

17 Nov 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »

Brexit, May: “Sono fiduciosa che si possa passare alla seconda fase”

“Sono fiduciosa che il mese prossimo i leader Ue possano dare il via libera alla seconda fase dei negoziati sulla Brexit”. Lo ha detto Theresa…

17 Nov 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »

Brexit, Davis: “Offerto compromesso all’Ue”

“La Gran Bretagna ha offerto alcuni compromessi creativi in sede di negoziato sulla Brexit ma non sempre ha trovato disponibilità da parte dell’Ue”. Lo ha…

17 Nov 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia