Alfano: “Insistiamo perché Berlusconi si ricandidi. Polo della Speranza? Quella di vincere” | T-Mag | il magazine di Tecnè

Alfano: “Insistiamo perché Berlusconi si ricandidi. Polo della Speranza? Quella di vincere”

Angelino Alfano, segretario del Pdl, parlando ai microfoni di Radio Anch’io, ha dichiarato: “Berlusconi Non ha sciolto la riserva ma facciamo appello al suo amore per l’Italia e alla responsabilità verso la forza che ha creato. Nel Pdl c’è una situazione di insistenza affinché Berlusconi faccia il suo annuncio della ricandidatura. C’è una forte, significata e reiterata insistenza affinché lui si candidi guidando le nostre liste e immaginando una nuova stagione di premiership. Finora non c’è stata nessuna dichiarazione, nessuna intervista a nessun giornale italiano. Solo un’intervista al giornale Bild”.
Riguardo l’ipotesi sull’alleanza all’interno del centrosinistra tra Pd e Sel chiamata ‘Polo della Speranza”, Alfano ha commentato:”Non so a quale speranza si riferiscono, forse alla loro speranza di vincere. Non so che speranza può evocare un’alleanza che si basa su un pregiudizio anti-imprenditoriale forte e che sulle politiche del lavoro ha come socio di riferimento la Cgil, protagonista di politiche conservatrici e di pregiudizi. Anche se insieme abbiamo sostenuto Monti tra noi e il Pd restano delle distanze in materie culturali”.
Inoltre sulla possibile entrata dell’Udc nel Polo della Speranza, Angelino Alfano ha detto: “Io non ce lo vedo proprio Casini a dover spiegare ai suoi elettori che la linea sulla politica economica la detta la Cgil. E anche Vendola avrà dei problemi a spiegare l’alleanza con Casini su alcune tematiche. Questo significa che l’alleanza la faranno il giorno dopo elezioni”.

 

Scrivi una replica

News

Brexit, Tusk: «Uno scenario di non accordo è più probabile rispetto al passato»

Sulla Brexit «dobbiamo restare fiduciosi e determinati, poiché c’è volontà di continuare questi negoziati da entrambe le parti». Lo ha scritto il presidente del Consiglio…

16 Ott 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Manovra, Juncker: «Una deviazione dell’Italia sarebbe inaccettabile per altri Paesi»

«Se accettassimo il derapage» previsto dalla manovra rispetto alle regole europee «alcuni Paesi ci coprirebbero di ingiurie e invettive con l’accusa di essere troppo flessibili…

16 Ott 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Conte: «Serve una gestione condivisa per i migranti»

«Il Consiglio europeo arriva in un momento in cui i cittadini attendono dall’Ue risposte concrete. Le elezioni europee porteranno a una nuova Commissione: dovremo lavorare…

16 Ott 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Conte: «Bisogna ridurre il gap di crescita con l’Ue»

«È fondamentale per il nostro Paese ridurre il gap di crescita con l’Ue orientando la spesa verso equilibrio e stabilità». Così il primo ministro, Giuseppe…

16 Ott 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia