Giuliano Pisapia e Leoluca Orlando a De Magistris: “No a liste dei sindaci” | T-Mag | il magazine di Tecnè

Giuliano Pisapia e Leoluca Orlando a De Magistris: “No a liste dei sindaci”

L’idea di Luigi De Magistris di costituire la lista “arancione” dei sindaci non convince proprio tutti i colleghi del primo cittadino di Napoli. In un’intervista al Mattino Orlando, sindaco di Palermo, non fa sconti a De Magistris: “Abbiamo detto no al partito dei sindaci, perché il vero partito arancione è l’Idv”.
Più complesso il ragionamento del sindaco di Milano, Giuliano Pisapia, nel colloquio con l’Unità: “Il mio impegno è quello di fare il sindaco di Milano e di farlo bene. Nessuna candidatura, quindi. Dimostrare che si può governare bene la propria città è il modo migliore per valorizzare il centrosinistra per la guida del Paese. Se per vincere è necessario avere tre o quattro punte, se dobbiamo allargare il campo, io sono pronto a dare il mio apporto. Non certo a candidarmi, non posso farlo per serietà e rispetto dei cittadini che un anno fa mi hanno eletto e portato a Palazzo Marino”.

 

Scrivi una replica

News

Musica: morto il violinista jazz Didier Lockwood

Il violinista jazz francese Didier Lockwood è morto a 62 anni in seguito ad una crisi cardiaca.…

19 Feb 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Fitch ha alzato il rating della Grecia da B- a B

L’agenzia di rating Fitch ha alzato il rating della Grecia da B- a B con outlook positivo…

19 Feb 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

BCE: arrestato per corruzione Ilmars Rimsevics, governatore Banca centrale lettone

Ilmars Rimsevics, governatore della banca centrale della Lettonia e membro del consiglio direttivo della Banca centrale europea, è stato arrestato dall’ufficio anti-corruzione lettone. È quanto…

19 Feb 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Titoli di Stato: spread Btp/Bund a 127 punti

All’avvio dei mercati finanziari lo spread tra Btp e Bund si è attestato a quota 127 punti.…

19 Feb 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia