Vaticano: rinvio a giudizio per Paolo Gabriele. Nella sua abitazione ritrovato assegno destinato al Papa | T-Mag | il magazine di Tecnè

Vaticano: rinvio a giudizio per Paolo Gabriele. Nella sua abitazione ritrovato assegno destinato al Papa

La magistratura vaticana ha rinviato a giudizio Paolo Gabriele, il maggiordomo del Papa accusato di furto aggravato delle carte riservate. Nella sentenza del giudice istruttore Piero Antonio Bonnet si rivela che viene emerge inoltre il rinvio a giudizio – per concorso in furto aggravato, favoreggiamento e violazione del segreto – di una seconda persona, Claudio Sciarpelletti, dipendente della segreteria di Stato, arrestato lo scorso 25 maggio.
Il suo ruolo, come ha puntualizzato il portavoce vaticano Federico Lombardi, è da ritenersi “marginale”. L’udienza sarà fissata dopo il 20 settembre.
A casa di Paolo Gabriele in Vaticano, è stato inoltre reso noto, sono stati ritrovati insieme ai documenti anche un assegno di 100 mila euro destinato al Pontefice, una pepita d’oro e una copia preziosa dell’Eneide che risale al Cinquecento.

 

Scrivi una replica

News

Commercio, a giugno export dei prodotti industriali in crescita

«A giugno 2018 si stima una crescita congiunturale per le esportazioni (+4,6%) e un più contenuto aumento per le importazioni (+0,3%). Il sostenuto incremento congiunturale…

10 Ago 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Regno Unito, nel secondo trimestre Pil in crescita dello 0,4% su base mensile

Nel secondo trimestre 2018, il Prodotto interno lordo del Regno Unito è cresciuto dello 0,4% su base mensile. Lo rende noto l’Office for Nationals Statistics,…

10 Ago 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Giappone, Pil in crescita dello 0,5% nel secondo trimestre

Il Pil del Giappone nel secondo trimestre del 2018 ha registrato una crescita dello 0,5% su base trimestrale e dell’1,9% su base annuale. I dati…

10 Ago 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Trump: «Usa raddoppia dazi su metalli della Turchia, passando dal 10 al 20%»

«Ho appena autorizzato un raddoppio dei dazi sull’acciaio e l’alluminio della Turchia in quanto la loro valuta, la lira turca, è in rapido calo nei…

10 Ago 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia