Caso Ilva, Clini: “Per il momento vorremmo evitare decreto d’urgenza” | T-Mag | il magazine di Tecnè

Caso Ilva, Clini: “Per il momento vorremmo evitare decreto d’urgenza”

“Per il momento vorremmo evitare” un decreto d’urgenza sulla vicenda Ilva. A chiarirlo è stato il ministro dell’Ambiente Corrado Clini intervenendo alla trasmissione Radio Anch’io. “L’iniziativa del gip di Taranto – ha spiegato Clini, che è un’iniziativa presa in modo molto scrupoloso, rischia però di confliggere con l’esercizio ordinario perché non siamo in presenza di un’amministrazione inadempiente”.
“Confermo – ha aggiunto a tale proposito – che stiamo lavorando sull’ipotesi di un ricorso alla Consulta ma il 17 siamo a Taranto, mi auguro di avere un colloquio almeno con il Procuratore capo. Se riusciamo a trovare un punto di equilibrio abbiamo risolto i problemi. Invece di aprire un conflitto potremmo lavorare insieme”.

 

Scrivi una replica

News

Trump: “Non ho mai detto di voler dare armi agli insegnanti”

“Non ho mai detto ‘diamo armi agli insegnanti’. Quello che ho detto è guardare alla possibilità di dare armi a insegnanti esperti di armi con…

22 Feb 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Inps: “Nel 2017 488mila posti di lavoro, solo il 23% a tempo indeterminato”

“Alla fine del 2017, nel settore privato si registra un saldo tra i flussi di assunzioni e cessazioni registrati nel corso dell’anno pari a +488.000,…

22 Feb 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Giustizia, via libera alla riforma delle carceri

Il governo ha dato il via libera a tre decreti attuativi della riforma dell’ordinamento penitenziario. “E’ un lavoro in progress, lavoriamo con strumenti diversi con…

22 Feb 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Commercio, dal 2008 meno negozi più bar-ristoranti e hotel

Attualmente rispetto al 2008, in Italia, ci sono circa 62mila negozi in meno (-10,9%), 39mila bar-ristoranti-hotel in più e una grande crescita delle imprese commerciali…

22 Feb 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia