Mercato unico, Monti: “L’integrazione è un modello da seguire” | T-Mag | il magazine di Tecnè

Mercato unico, Monti: “L’integrazione è un modello da seguire”

In un intervento in video conferenza in occasione della cerimonia di apertura della settimana del mercato unico, il premier Monti ha detto: “Il premio Nobel per la pace conferito all’Unione europea è il riconoscimento degli sforzi compiuti per la pace attraverso il processo di integrazione con la costruzione del mercato unico. La creazione del mercato per il carbone e l’acciaio ha dimostrato che lo strumento di pace era stato creato. Il premio Nobel, dunque, è la testimonianza della riconciliazione tra paesi europei”.
“L’Unione europea, con il suo processo di integrazione, è un modello da seguire, un esempio per tutti. Quando allora si pensò al mercato unico si pensò l’impensabile, si predisse l’imprevedibile. Quello dell’unione tra gli stati appena usciti dalla seconda guerra mondiale era un progetto visionario. Ma oggi il mercato unico costituisce la rappresentazione di questa integrazione, e l’Unione europea costituisce un modello da seguire”.
“Il mercato unico europeo – ha aggiunto il premier – forse non sarà facile da capire né facile da apprezzare, ma non c’è dubbio che abbia prodotto risultati senza precedenti di fondamentale importanza. Si può sintetizzare il mercato unico con poche parole. E’ la creazione di un area senza barriere dove capitali e persone possono circolare liberamente. E’ l’eliminazione delle barriere tra paesi, popoli, culture. Un aumento delle proprie libertà”.
Inoltre ha lanciato un allarme: “Il mercato unico e la zona euro rischiano di subire gli effetti della crisi. Ci sono rischi che il mercato unico faccia passi indietro e persino che si possa disintegrare”.

 

1 Commento per “Mercato unico, Monti: “L’integrazione è un modello da seguire””

  1. […] mercato unico (1 Upd)Agenzia di Stampa AscaMonti lancia allarme mercato unicoANSA.itTM News -T-mag -Lettera43tutte le notizie (25) »  Nessun […]

Scrivi una replica

News

Ocse: “In Italia i titoli di studio non sono veritieri”

“In Italia i titoli di studio e le qualifiche danno un’indicazione molto debole delle reali competenze e abilità degli studenti e dei lavoratori che li…

15 Dic 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »

Germania, Schulz: “Ad inizio gennaio al via i colloqui con Spd e Cdu”

I colloqui tra Spd e Cdu, per la formazione di un nuovo governo, inizieranno “all’inizio di gennaio”. Lo ha detto il leader dei socialdemocratici tedeschi,…

15 Dic 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »

Istat: “Nel 2016 tra gli italiani laureati andati all’estero uno su tre è tornato in Italia”

“Nel 2016 circa 16 mila laureati italiani tra i 25 e i 39 anni hanno lasciato il Paese e poco più di 5 mila sono…

15 Dic 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »

Bankitalia ha alzato le stime di crescita dell’economia italiana per il 2017-2018

Nel 2017 il Prodotto interno lordo italiano crescerà dell’1,6%. Lo prevede la Banca d’Italia, che ha alzato le stime di crescita dell’economia sia per quest’anno…

15 Dic 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia