Pd, D’Alema: “Se vince Bersani vado via. Se vince Renzi resto” | T-Mag | il magazine di Tecnè

Pd, D’Alema: “Se vince Bersani vado via. Se vince Renzi resto”

Massimo D’Alema, presidente del Copasir, intervenendo alla trasmissione Otto e Mezzo, ha detto: “Ho cambiato radicalmente idea: se vince Bersani non chiederò derogh. Ma se le primarie del Pd le vincerà Renzi sarà scontro, sarà scontro politico. Ed io resto”.
“Renzi – ha aggiunto – dice tolgo questo, tolgo quello, ma non ne ha il potere. Neanche Bersani può. Quando uno parte con quest’idea rompo tutto, poi alla fine qualcosa si rompe. Io so già che vincerà Bersani e sono già pronto per un incarico extra-Parlamento. Inoltre Renzi non è il rimedio semmai sarà origine di divisione. Bersani, che io sostengo, è una figura che unisce. Renzi con quel modo di porsi è un uomo che divide; Renzi fa parte della nomenklatura, è stato presidente della Provincia. Semmai è Grillo il vero rottamatore”.
In conclusione D’Alema ha detto: “La storia vera della mia candidatura inizia circa due mesi fa. Io andai da Bersani e gli dissi che alle elezioni sarebbe stato giusto dare un segnale di rinnovamento e non mi sarei quindi candidato. Io ho sempre preso molti voti, in Puglia prima, poi a Napoli e Bari. Ma il tema delle candidature all’epoca non era la questione del giorno. Poi questa questione è stata presa in mano da Renzi ed è diventata un motivo di scontro. Io allora per via del mio carattere non ho accettato queste accuse”.

 

Scrivi una replica

News

Bankitalia vede al rialzo le stime di crescita dell’Italia

La Banca d’Italia ha rivisto al rialzo le stime di crescita dell’economia italiana. Nel bollettino economico, Bankitalia ha scritto che il Prodotto interno lordo crescerà…

19 Gen 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Ue, nel 2017 il 47% delle imprese ha utilizzato almeno un social media

Nel 2017, il 47% delle imprese dell’Unione europea ha usato almeno un social media – blog, siti di condivisione dei contenuti, social network… -, con…

19 Gen 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Senato, Mattarella nomina Liliana Segre senatrice a vita

Liliana Segre, sopravvissuta ad Auschwitz, è stata nominata senatrice a vita dal presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ai sensi dell’articolo 59, secondo comma, della Costituzione.…

19 Gen 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Gentiloni: “Cooperazione indispensabile per la lotta al terrorismo”

“Non dobbiamo mai dimenticare quanto sia indispensabile la componente della cooperazione allo sviluppo grazie al quale le relazioni con questi paesi possono aiutarci a costruire…

19 Gen 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia