Loy (Uil): “Sempre più preoccupante calo occupazione grande industria” | T-Mag | il magazine di Tecnè

Loy (Uil): “Sempre più preoccupante calo occupazione grande industria”

“Sempre più preoccupante il calo di occupazione dipendente che sta investendo da anni la grande industria.
I dati diffusi dall’Istat mostrano che a patire più pesantemente gli effetti della crisi, continua a essere il settore delle costruzioni che, più degli altri, rappresenta il tester della crescita o, come in questo caso, della pervicace sofferenza del nostro sistema Paese.
La creazione dell’occupazione e il mantenimento della stessa passano, inevitabilmente, dalla messa in atto di tutta una serie di politiche che rilancino i consumi di lavoratori e famiglie, riducendo la forte pressione fiscale, e che snelliscano l’eccessiva burocrazia che attanaglia il nostro ordinamento, non favorendo la nascita di nuove imprese. È necessaria, inoltre, soparttutto, una vera e seria politica industriale che rilanci le nostre aziende. Solo in questo quadro potrà essere utile ridefinire, anche con coraggio, un nuovo sistema di regole del lavoro che possa accompagnare un rilancio del sistema produttivo fondato sulla crescita”, così Guglielmo Loy, segretario confederale della Uil, ha commentato i dati diffusi da Istat .

 

Scrivi una replica

News

Manovra, incontro Juncker-Conte in programma per mercoledì

Il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, incontrerà quello della Commissione europea, Jean-Claude Juncker, per discutere della manovra italiana, mercoledì 12 dicembre, a Bruxelles. Lo ha…

10 Dic 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Migranti, sono 164 i Paesi che hanno aderito al Global compact for Migration

Sono 164 i Paesi che hanno aderito per acclamazione, durante il vertice di Marrakech, al Global compact for Migration, il patto dell’Organizzazione delle Nazioni Unite…

10 Dic 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Brexit, Bruxelles: «L’accordo raggiunto non rinegoziabile»

«Il nostro assunto di lavoro resta che la Gran Bretagna lascerà l’Ue il 29 marzo 2019» e che l’accordo raggiunto sia «l’unico possibile», «non rinegoziabile»,…

10 Dic 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Brexit, May annuncia alla Camera dei Comuni il rinvio del voto sull’accordo

«Se il voto fosse andato avanti, sarebbe stato bocciato con ampio margine». Lo ha detto la premier britannica, Theresa May, motivando il rinvio del voto…

10 Dic 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia