Istat: inflazione stabile al +0,1% a giugno | T-Mag | il magazine di Tecnè

Istat: inflazione stabile al +0,1% a giugno

Nel mese di giugno 2015, secondo le stime preliminari, l’indice nazionale dei prezzi al consumo per l’intera collettività (NIC), al lordo dei tabacchi, aumenta dello 0,1% sia rispetto al mese precedente sia nei confronti di giugno 2014, registrando lo stesso tasso tendenziale di maggio.
La stabilità della variazione su base annua dell’indice generale, registrata a giugno, risulta sostanzialmente diffusa a tutte le tipologie di prodotto. Le sole eccezioni da segnalare, che peraltro si compensano, riguardano i Servizi relativi ai trasporti (+0,3%, da +0,8% di maggio), i Tabacchi (+4,0%, da +4,4% del mese precedente) e i Beni durevoli (variazione nulla, da -0,4% di maggio).
Al netto degli alimentari non lavorati e dei beni energetici, l'”inflazione di fondo” è stabile allo 0,6%; stabile anche l’inflazione al netto dei soli beni energetici (+0,8%).
L’aumento su base mensile dell’indice generale è da ascrivere principalmente all’aumento – in larga parte condizionato da fattori stagionali – dei prezzi dei Servizi ricreativi, culturali e per la cura della persona (+0,4%) e dei Servizi relativi ai trasporti (+0,2%).
L’inflazione acquisita per il 2015 è stabile a +0,1%.
Rispetto a giugno 2014, i prezzi dei beni fanno registrare una flessione pari a quella rilevata a maggio (-0,3%) e quelli dei servizi una crescita stabile allo 0,7%. Di conseguenza, rispetto a maggio 2015 il differenziale inflazionistico tra servizi e beni non varia.
I prezzi dei beni alimentari, per la cura della casa e della persona registrano una variazione congiunturale nulla e una crescita tendenziale stabile allo 0,8%.
I prezzi dei prodotti ad alta frequenza di acquisto non variano su base mensile e aumentano dello 0,2% su base annua (da +0,3% di maggio).
Secondo le stime preliminari, l’indice armonizzato dei prezzi al consumo (IPCA) aumenta dello 0,1% su base mensile e fa registrare una crescita su base annua stabile allo 0,2%. E’ quanto si legge in una nota diffusa dall’ufficio stampa dell’Istat.

 

Scrivi una replica

News

Petrolio: Wti a 49,2 dollari al barile e Brent a 58,7 dollari

All’avvio dei mercati asiatici il greggio texano Wti è stato scambiato a 49,2 dollari al barile mentre il Brent è stato scambiato a 58,7 dollari.…

18 Dic 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Titoli di Stato: spread Btp/Bund a 271 punti

All’avvio dei mercati finanziari lo spread tra Btp e Bund si è attestato a quota 271 punti.…

18 Dic 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

In Italia il 66% dei giovani tra i 18 e i 34 anni vive ancora con i genitori

In Italia, i giovani tra i 18 e i 34 anni che nel 2017 vivevano a casa con i genitori erano il 66,4% del totale,…

17 Dic 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Manovra, fino a venerdì il testo non approderà in Aula al Senato

La manovra non approderà in Senato, almeno fino a venerdì. La Commissione Bilancio di Palazzo Madama si riunirà domani alle 9:30 per riprendere l’esame degli…

17 Dic 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia