Diminuisce il consumo di alcool in Italia | T-Mag | il magazine di Tecnè

Diminuisce il consumo di alcool in Italia

alcoolSecondo il Rapporto Noi Italia 2015, redatto dall’Istat, i consumatori di alcool a rischio nel nostro Paese sono il 13,4% della popolazione totale con più di 14 anni di età, con punte del 14,8% nelle regioni del Centro-Nord contro il 10,8% del Mezzogiorno.
E’ invece il 63% della popolazione italiana maggiore di undici anni a consumare alcool almeno una volta l’anno, in calo rispetto al 67% di cinque anni fa e al 70% di dieci anni fa. Un calo è stato rilevato anche tra chi dichiara di bere bevande alcoliche almeno una volta al giorno (dal 22,7% del 2013 al 22,1% del 2014, contro il 31% del 2005).
Anche analizzando il rapporto tra alcool e giovani, l’Osservatorio Permanente Giovani e Alcool, realizzato dall’Istituto di Fisiologia Clinica del Consiglio Nazionale delle Ricerche utilizzando dati anche di altri istituti (tra cui Istat, Doxa, ESPAD Italia e Iss), ha notato un calo nel consumo di alcolici tra i 15-34enni italiani rispetto agli scorsi 15 anni.
In generale, dall’indagine è emerso che nella maggior parte dei casi i consumatori sono di sesso maschile, che tra i 15-17enni i consumatori sono meno che nelle altre fasce di età e che tra i maschi la quota più ampia di consumatori ha tra i 25 ed i 34 anni mentre tra le femmine ne ha tra i 18 ed i 24.
Essendo discordanti le percentuali rilevate dai diversi istituti, ma non la dinamica, l’Osservatorio ha potuto comunque dimostrare che, nel complesso, l’Italia ha assistito ad una diffusa e stabile riduzione dei consumi di alcolici per tutte le fasce di età (comprese comunque tra i 15 ed i 34 anni) e oer entrambi i generi. La diminuzione dei consumi di bevande alcoliche ha riguardato in maniera particolare la birra ed il vino. Allo stesso tempo per la fascia di età maggiore considerata dai vari rapporti, quindi quella compresa tra i 25 ed i 34 anni, è però aumentato l’uso di aperitivi a base di alcool e di super alcolici (con picchi più rilevanti tra le donne).

 

Scrivi una replica

News

Beirut: “Saltato il contratto per il gas con Mosca”

“Eravamo praticamente sul punto di firmare il nostro primo contratto per lo sviluppo di giacimenti di gas grazie alla partecipazione di compagnie russe: ora stiamo…

17 Nov 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »

Usa: “In Europa c’è un alto rischio di attacchi dell’Isis”

“Gli incidenti in Francia, Russia, Svezia, Gran Bretagna, Spagna e Finlandia dimostrano che l’Isis e i suoi affiliati hanno la capacità di pianificare e compiere…

17 Nov 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »

Brexit, May: “Sono fiduciosa che si possa passare alla seconda fase”

“Sono fiduciosa che il mese prossimo i leader Ue possano dare il via libera alla seconda fase dei negoziati sulla Brexit”. Lo ha detto Theresa…

17 Nov 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »

Brexit, Davis: “Offerto compromesso all’Ue”

“La Gran Bretagna ha offerto alcuni compromessi creativi in sede di negoziato sulla Brexit ma non sempre ha trovato disponibilità da parte dell’Ue”. Lo ha…

17 Nov 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia