Su la produzione industriale, prosegue la fase di espansione | T-Mag | il magazine di Tecnè

Su la produzione industriale, prosegue la fase di espansione

Il dato parla chiaro: produzione in aumento del 3% su base annua, il risultato più alto da quasi quattro anni

produzione_industrialeContinua la fase di espansione dell’economia italiana, che segna ancora miglioramenti. Secondo le rilevazioni dell’Istat, infatti, nel mese di maggio la produzione industriale risulta in aumento dello 0,9% rispetto al dato di aprile e del 3% rispetto allo stesso periodo del 2014.
L’aumento tendenziale del 3% della produzione industriale è il livello più alto raggiunto da circa quattro anni, in linea con il progresso dell’attività economica dell’Eurozona nel mese di giugno, cresciuta a un ritmo più elevato degli ultimi quattro anni. Anche nella media dei primi cinque mesi dell’anno, spiega l’Istat, la produzione è aumentata dello 0,5% nel confronto con il medesimo arco temporale dell’anno precedente.
Per quanto riguarda i settori di attività economica, invece, quelli che evidenziano la maggiore crescita tendenziale riguardano la fabbricazione di coke e prodotti petroliferi raffinati (+16,2%), la fabbricazione di mezzi di trasporto (+15,4%) e la produzione di prodotti farmaceutici di base e preparati farmaceutici (+10,5%). I principali cali si registrano nell’attività estrattiva (-12,1%), nelle industrie tessili, abbigliamento, pelli e accessori (-1,4%) e nelle industrie alimentari, bevande e tabacco (-0,5%).
Dunque nonostante una crescita ancora fragile, come sottolineato in questi giorni dal Fondo monetario internazionale, prosegue la risalita della nostra economia che non sta risentendo delle incertezze legate alla crisi ellenica. Certo, il discorso non riguarda esclusivamente l’Italia e anche l’Istat ha osservato che “il fattore di maggiore preoccupazione per la stabilità economico/finanziaria dell’area euro” dipende dall’incognita Grecia, ma non è il momento di trarre conclusioni affrettate. Anzi.
Nel confronto con i principali partner europei, infatti, la produzione industriale francese è cresciuta nel mese di maggio dello 0,4%. La produzione industriale tedesca, al contrario, risulta stabile anche se le aspettative degli analisti erano diverse. Tuttavia, su base annuale, la produzione industriale è in aumento del 2,1%. Ad aprile la produzione tedesca aveva fatto da traino per l’Eurozona, quando si era attestata a +0,9%, ben oltre le previsioni. Quella spagnola segna infine una crescita dello 0,8%, mentre a livello tendenziale il dato grezzo è in aumento del 3,4%, superiore all’atteso +2,6%.

(articolo pubblicato il 10 luglio su Tgcom24)

 

Scrivi una replica

News

Alitalia, Gubitosi: “La compagnia ha tanti soldi in cassa”

Alitalia “ha tanti soldi in cassa”. Lo ha detto il commissario straordinario della compagnia, Luigi Gubitosi, replicando alle domande dei parlamentari nel corso di un’audizione…

22 Nov 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »

Manovra, Ue: “Non annacquare le sue disposizioni principali”

“Riconosciamo che l’Italia ha fatto molti sforzi di recente per la competitività e la crescita”, ma “è cruciale” che adotti la manovra 2108 “senza annacquare…

22 Nov 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »

Vaccini, bocciati tutti i ricorsi presentati dalla Regione Veneto

Tutte le questioni prospettate nei ricorsi della Regione Veneto sull’obbligo dei vaccini non sono fondate. Lo ha stabilito la Corte Costituzionale. I giudici hanno spiegato…

22 Nov 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »

Ratko Mladic condannato all’ergastolo per crimini contro l’umanità

Ratko Mladic – ex comandante dell’esercito serbo bosniaco – è stato condannato all’ergastolo dal Tribunale penale internazionale dell’Aja. È stato riconosciuto colpevole di genocidio e…

22 Nov 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia