Non solo Amazon: l’e-commerce in Italia | T-Mag | il magazine di Tecnè

Non solo Amazon: l’e-commerce in Italia

La società fondata da Jeff Bezos compie vent'anni, ma è l'intero segmento del commercio elettronico ad essere cresciuto negli ultimi anni

e-commercePer festeggiare i suoi “primi” vent’anni, Amazon ha indetto per il 15 luglio una giornata di sconti dedicata ai clienti Prime, gli utenti che aderiscono al programma di spedizione in un giorno dei prodotti acquistati con una quota annuale di 19,99 euro. Amazon fu lanciato nel 1995 per la vendita online di libri, oggi è società leader dell’e-commerce con interessi economici anche in altri settori.
Dall’abbigliamento all’informatica, dall’editoria al fai da te: su Amazon è possibile trovare di tutto e, spesso, risparmiare. È proprio il risparmio, tanto o poco che sia, una delle ragioni che sta spingendo l’e-commerce verso la fruizione consolidata di utenti e clienti.
Amazon è tra le piattaforme più famose e più usate, così come eBay, ma in verità sono diversi – anche in Europa – i marketplace dove poter fare acquisti online. Sarebbero oltre 200 – con la Germania in testa – nel Vecchio continente, secondo un report della Federal Association of eCommerce.
Anche l’Italia sta conoscendo un vero e proprio “boom”. Lo studio Netcomm L’e-commerce: un’opportunità di sviluppo per l’economia italiana afferma che il fatturato del commercio elettronico è cresciuto di circa il 20% costante (anno su anno), tra il 2009 e il 2014, passando dai 5,7 miliardi di euro del primo anno considerato ai 13,3 di sei anni più tardi.
Altri studi – prendiamo il recente il Rapporto E-Commerce in Italia 2015 – sostengono che nel nostro paese il fatturato è aumentato di 24 miliardi di euro, grazie alla quota di italiani (il 34%) che ha effettuato almeno un ordine online nell’ultimo anno, e per il 2015 è attesa una crescita del 15%.
Che lo sviluppo, definitivo, del segmento commerciale sia prossimo ormai lo pensano gli stessi addetti ai lavori oltre che i consumatori. Secondo i risultati di un’indagine realizzata dalla Confcommercio in collaborazione con Format Ricerche, per circa il 70% dei consumatori e degli imprenditori i negozi tradizionali tra dieci anni avranno ancora un ruolo importante, ma solo se capaci di emozionare e di coinvolgere il cliente. Dalla ricerca emerge anche, infatti, che il 55,6% dei consumatori ha acquistato almeno una volta online, soprattutto per ragioni legate al prezzo più conveniente.
In tutto il mondo le vendite si attestano a un valore di 1.840 miliardi di dollari, una cifra che raggiungerà i 2.100 miliardi a fine 2015 quando rappresenterà il 5% del totale delle vendite al dettaglio, secondo la Ecommerce Foundation. Solo in Europa si stima che per il 2015 il valore delle vendite retail online si aggirerà intorno ai 470 miliardi di euro.

(articolo pubblicato il 15 luglio su Tgcom24)

 

Scrivi una replica

News

Inflazione: frena in Italia, stabile in Francia. Confermate le stime per Germania e Spagna

Il rallentamento del tasso di inflazione in Italia (che a luglio scende all’1,1% su base annua, dopo l’1,2% di giugno) si accompagna ai risultati di…

11 Ago 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »

Petrolio, l’AIE alza la stima sulla domanda mondiale per il 2017

L’AIE, l’Agenzia internazionale dell’energia, ha alzato (leggermente) le stime sulla domanda mondiale di petrolio nel 2017. Nel report, pubblicato oggi, venerdì 11 agosto, l’AIE sottolinea…

11 Ago 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »

Corea del Nord, Trump: “Siamo pronti a colpire”

“Le soluzioni militari sono ora pienamente predisposte, caricate e pronte a colpire, nel caso in cui la Corea del Nord dovesse agire in modo poco…

11 Ago 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »

Trasporto pubblico, l’Antitrust sanziona ATAC con una multa da 3,6 milioni di euro

L’ATAC – la municipalizzata che si occupa del trasporto pubblico a Roma – è stata sanzionata dall’Antitrust, l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, con…

11 Ago 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia