Adverting: in calo tutti i comparti, ma sale l’online | T-Mag | il magazine di Tecnè

Adverting: in calo tutti i comparti, ma sale l’online

internet_banda_largaMentre tutte quasi le voci dell’advertising si sono presentate in calo al resoconto sul 2014, l’Internet appare, insieme all’outdoor, l’unica in crescita. Scendono, infatti, secondo Nielsen, gli investimenti pubblicitari di radio, tv, quotidiani, periodici, cinema e direct mail.
In generale il mercato italiano degli investimenti pubblicitari è sceso dello 0,4%, un calo contenuto grazie al +7,6% del web. Senza le buone performance degli investimenti pubblicitari in rete il calo sarebbe stato del 2,5%. La radio ha infatti chiuso l’esercizio con un -1,8%, la Tv con un -0,5%, i quotidiani con un -9,7%. -6,5% invece per i periodici, -18,2% per il cinema e -4,5% per le direct mail. Come anticipato l’outdoor è l’unica voce, insieme al web, ad aver mostrato una variazione positiva: +3,2%.
E’ dunque il comparto del digitale ha trainare il settore. Anche nelle varie aree del mondo il mercato degli investimenti pubblicitari nel web ha mostrato notevoli crescite: nel Nord America, secondo uno studio Carat, si è registrato infatti un +5,3%, nell’Europa Occidentale un +2,3%, per l’Asia e per l’Area del Pacifico un +5,3% e un +11,4% per l’America Latina.
Secondo un report di IAB Europe, il mercato europeo della pubblicità online è raddoppiato negli ultimi cinque anni raggiungendo nel 2014 un valore di 30,7 miliardi di euro, contro i 27,4 miliardi del 2013 e i 6,6 miliardi del 2006.
Nel corso del 2015, dopo aver segnato una crescita del 7,6% nel 2014 (a 1,9 miliardi di euro), il mercato italiano crescerà ulteriormente attestandosi a circa 2,1 miliardi di euro, arrivando a rappresentare il 26,5% del totale degli investimenti pubblicitari (contro una quota del 24,8% relativa al 2014) la crescita del comparto web sarà dell’8,4% e contribuirà ad invertire la rotta, secondo Nielsen, dell’intero settore, che chiuderà l’anno a +1,5%.
A livello globale, le previsioni di Carat, indicano una crescita del mercato dell’advertising digitale pari al 15,7% rispetto al 2014.

(articolo pubblicato il 24 luglio 2015 su Tgcom24)

 

Scrivi una replica

News

Inflazione: frena in Italia, stabile in Francia. Confermate le stime per Germania e Spagna

Il rallentamento del tasso di inflazione in Italia (che a luglio scende all’1,1% su base annua, dopo l’1,2% di giugno) si accompagna ai risultati di…

11 Ago 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »

Petrolio, l’AIE alza la stima sulla domanda mondiale per il 2017

L’AIE, l’Agenzia internazionale dell’energia, ha alzato (leggermente) le stime sulla domanda mondiale di petrolio nel 2017. Nel report, pubblicato oggi, venerdì 11 agosto, l’AIE sottolinea…

11 Ago 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »

Corea del Nord, Trump: “Siamo pronti a colpire”

“Le soluzioni militari sono ora pienamente predisposte, caricate e pronte a colpire, nel caso in cui la Corea del Nord dovesse agire in modo poco…

11 Ago 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »

Trasporto pubblico, l’Antitrust sanziona ATAC con una multa da 3,6 milioni di euro

L’ATAC – la municipalizzata che si occupa del trasporto pubblico a Roma – è stata sanzionata dall’Antitrust, l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, con…

11 Ago 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia