Il valore della White Economy | T-Mag | il magazine di Tecnè

Il valore della White Economy

sanitàNel suo ultimo Rapporto, intitolato Welfare, Italia. Laboratorio per le nuove politiche sociali, il Censis si sofferma sul ruolo giocato dalla White Economy in Italia, spiegando che si tratta di uno dei settori che occupano più persone e che, al contempo, si colloca anche tra quelli che generano più produttività per il Paese.
Nel dettaglio la White Economy comprende tutte quelle attività, pubbliche e private, finalizzate alla cura e al benessere delle persone.
Con il progressivo allungamento della vita media, spiega il Censis, continua a crescere la domanda di cure e di assistenza e, anche se negli anni della crisi economica è diminuito il numero delle persone che possono accedervi, il valore economico della White economy è superiore a quello di molti altri settori: 290 miliardi di euro, ovvero il 9,4% della produzione complessiva nazionale.
Anche in termini occupazionali la White Economy dà un forte contributo. Gli occupati diretti sono infatti 2,8 milioni, un numero che sale a 3,8 milioni se si calcola l’indotto, ben il 16,5% degli occupati totali in Italia. Oltretutto, spiega il Censis, ogni cento posti nuove unità di lavoro nella White Economy ne generano ulteriori 133 nel complesso dell’economia italiana.
Per quanto riguarda invece la produzione, dall’analisi si nota che il 42,2% del valore è attribuibile ai servizi sanitari, il 17,9% dalle attività, pubbliche, di gestione e regolazione nei settori della sanità, assistenza e previdenza. Altra quota consistente, pari al 17,7%, è legata all’industria del farmaco e delle attrezzature medicinali, mentre un latro 10,6% è attribuibile alla previdenza complementare e alle assicurazioni. Segue un 10,4% derivante dalle attività di personal care e un 1,1% legato all’istruzione universitaria.
Anche per quanto concerne la produttività per unità di lavoro la White Economy appare tra i settori più virtuosi, per ogni addetto genera infatti 60mila euro: più di quanto accade nel commercio, nelle costruzioni, nell’agricoltura o nella ristorazione.

 

Scrivi una replica

News

Ue, nel 2017 il 47% delle imprese ha utilizzato almeno un social media

Nel 2017, il 47% delle imprese dell’Unione europea ha usato almeno un social media – blog, siti di condivisione dei contenuti, social network… -, con…

19 Gen 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Bankitalia vede al rialzo le stime di crescita dell’Italia

La Banca d’Italia ha rivisto al rialzo le stime di crescita dell’economia italiana. Nel bollettino economico, Bankitalia ha scritto che il Prodotto interno lordo crescerà…

19 Gen 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Senato, Mattarella nomina Liliana Segre senatrice a vita

Liliana Segre, sopravvissuta ad Auschwitz, è stata nominata senatrice a vita dal presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ai sensi dell’articolo 59, secondo comma, della Costituzione.…

19 Gen 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Gentiloni: “Cooperazione indispensabile per la lotta al terrorismo”

“Non dobbiamo mai dimenticare quanto sia indispensabile la componente della cooperazione allo sviluppo grazie al quale le relazioni con questi paesi possono aiutarci a costruire…

19 Gen 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia