Ue, Moscovici: “Stiamo ancora esaminando la legge di Stabilità italiana” | T-Mag | il magazine di Tecnè

Ue, Moscovici: “Stiamo ancora esaminando la legge di Stabilità italiana”

“Non commenterò perché si tratta di un processo ancora in divenire…”. Lo ha detto il responsabile UE per gli Affari economici e finanziari, Pierre Moscovici, spiegando nel corso della conferenza stampa di presentazione delle previsioni di primavera che Bruxelles deve ancora esprimere un giudizio definitivo sulla legge di Stabilità italiana. “L’economia italiana è tornata a crescere ma il deficit cala poco: di questo stiamo discutendo con il governo, così come della richiesta dei margini di flessibilità sul disavanzo”, ha aggiunto. “Dall’inizio dell’anno io e Padoan ci siamo incontrati già più di dieci volte, si lavora senza interruzione per trovare un terreno comune”, ha concluso Moscovici.

 

Scrivi una replica

News

Eurozona, a giugno indice Pmi in aumento rispetto al mese precedente

A giugno attività economica dell’Eurozona in crescita, trainata dai servizi. Lo sostiene il sondaggio Pmi curato da IHS Markit. L’indice preliminare composito – che unisce…

22 Giu 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Dazi, Boccia (Confindustria): «Fanno del male all’Italia e all’Europa»

«Siamo un Paese ad alta vocazione di export e quindi i dazi fanno del male all’Italia e all’Europa. Ecco perché su questo aspetto dobbiamo essere…

22 Giu 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Francia, nel primo trimestre il Pil rallenta a +0,2%

Nel primo trimestre 2018, il Prodotto interno lordo della Francia è cresciuto dello 0,2%, in rallentamento rispetto al trimestre precedente (+0,7%). Lo rende noto l’INSSE,…

22 Giu 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Di Maio: «Spero che settimana prossima possa partire il decreto dignità»

«Spero che la settimana prossima possa partite il decreto dignità». Lo ha affermato Luigi Di Maio arrivando al congresso Uil. «La norma eliminerà la burocrazia…

22 Giu 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia