Quanto hanno risparmiato gli automobilisti | T-Mag | il magazine di Tecnè

Quanto hanno risparmiato gli automobilisti

carburantiNel 2015 gli automobilisti italiani hanno beneficiato di un risparmio complessivo sui carburanti di circa 8 miliardi di euro, sebbene in quota nettamente superiore i possessori di auto con motori diesel. Il trend si conferma sostanzialmente nei primi cinque mesi del 2016, seppure ad un ritmo inferiore. In questo caso i risparmi ammontano a tre miliardi di euro. Sono i dati dell’Unione petrolifera secondo cui a favorire tale risparmio è stato il crollo dei prezzi del petrolio. Circostanza che però, quest’anno, si verificherà in tono minore, considerati i rialzi attesi delle quotazioni.
L’andamento osservato in questo primo scorcio d’anno, infatti, mostra una diminuzione del surplus produttivo, dipeso in parte dal rallentamento della produzione statunitense e in parte dalla ripresa della domanda. Motivo per cui si attendono effetti rialzisti nella seconda parte dell’anno, con un prezzo medio del petrolio tra i 45 e i 55 dollari al barile, ma nel complesso la bolletta energetica nazionale oscillerà tra i 13 e i 15 miliardi di euro, ai minimi da 20 anni e meno, cioè, dei 16 miliardi del 2015 (nei primi sei mesi dell’anno il Brent si è attestato in media a 39 dollari al barile).
Tornando ai carburanti, di recente il Centro Studi Promotor aveva evidenziato tra gennaio e aprile 2016 un risparmio di 2,4 miliardi di euro rispetto allo stesso quadrimestre dello scorso anno, dovuto alla discesa dei prezzi di benzina e gasolio – rispettivamente -8,6% e -14,6% – e contestualmente al calo dei consumi dello 0,6%. Ad ogni modo – rileva ancora l’Unione petrolifera – lo stacco ponderato del prezzo industriale di benzina e gasolio (vale a dire al netto delle tasse) è risultato in calo di tre millesimi nel periodo considerato rispetto a quello dei paesi dell’Eurozona.
Dall’Osservatorio prezzi e tariffe del Ministero dello Sviluppo economico emerge come il prezzo della benzina, al netto delle imposte (IVA e accise) sia, al 20 giugno 2016, di 0,480 contro i 1,474 euro del prezzo finale al consumo. Le imposte pesano per 0,994 euro. Per il gasolio il prezzo al netto delle imposte è invece di 0,463 euro al litro, cifra che sommata ai 0,855 euro del totale delle imposte dà un prezzo finale di 1,318 euro al litro.

 

Scrivi una replica

News

Unione petrolifera: “Consumi in calo nel 2017 dell’1,6%”

“Nel 2017 i consumi petroliferi sono stati pari a 58,5 milioni di tonnellate, con un decremento dell’1,6% (-932.000 tonnellate) rispetto allo stesso periodo del 2016.…

18 Gen 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Stati Uniti, sussidi disoccupazione ai minimi dal 1973

Sono calate di 41.000 unità le richieste di sussidi alla disoccupazione negli Stati Uniti la scorsa settimana, toccando quota 220.000 e segnando i minimi dal…

18 Gen 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Ue: “Iva, meno burocrazia per le pmi”

“Più flessibilità e norme comuni sull’Iva per gli Stati, agevolazioni e meno burocrazia per le pmi”. È questa l’ultima misura avanzata dalla Commissione Ue nel…

18 Gen 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Banche, Commissione europea: “In Italia ottimi progressi sugli Npl”

Tra i Paesi dell’Unione europea, l’Italia è tra quelli che hanno ottenuto i risultati migliori nella riduzione della propria quota di Npl, i crediti deteriorati.…

18 Gen 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia