Il contributo dellʼimprenditoria femminile | T-Mag | il magazine di Tecnè

Il contributo dellʼimprenditoria femminile

donne_lavoroQuanto rilevato recentemente dall’ISTAT – nel primo trimestre del 2016 il tasso di occupazione è cresciuto rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente (+0,8%) – ha riguardato specialmente la componente maschile. Il tasso di occupazione degli uomini è cresciuto dell’1,1% contro l’incremento dello 0,5% riscontrato tra le donne.
Donne che hanno saputo reagire meglio alla crisi economica, in realtà. Secondo l’ultimo rapporto di Unioncamere ImpresaInGenere, nel 2015 le imprese femminili erano 35mila unità in più rispetto a quelle attive nel 2010. Le donne hanno contribuito così in misura maggiore all’aumento complessivo dell’intero tessuto imprenditoriale italiano rilevato nello stesso periodo (+53mila imprese).
L’analisi condotta da Unioncamere osserva che ad oggi le imprese femminili sono 1 milione e 312mila – pari il 21,7% del totale – e impiegano circa 3 milioni lavoratori, in buona parte giovanissimi. Infatti, le imprese femminili sono caratterizzate da una presenza giovanile più consistente – circa 14 aziende femminili su 100 sono guidate da un under 35 – rispetto a quella rilevata tra le concorrenti maschili, dove solo 10 imprese su 100 sono guidate da una persone con meno di 35 anni. Infine, un’ultima osservazione.
Alla maggiore presenza di giovani in azienda corrisponde una predisposizione all’innovazione decisamente superiore: tra il 2010 e il 2015, osserva il rapporto di Unioncamere, le imprese femminili legate al mondo digitale sono cresciute del 9,5% contro il +3% del totale.
Zone d’ombra non mancano, purtroppo. Uno studio condotto da Confesercenti con la collaborazione dell’istituto di ricerca SWG certifica che, pur crescendo più velocemente rispetto alle concorrenti maschili, le imprese femminili hanno un’esistenza più breve rispetto a quella rilevata in generale tra le imprese: 12,9 contro 14,7 anni.

 

Scrivi una replica

News

Inflazione: frena in Italia, stabile in Francia. Confermate le stime per Germania e Spagna

Il rallentamento del tasso di inflazione in Italia (che a luglio scende all’1,1% su base annua, dopo l’1,2% di giugno) si accompagna ai risultati di…

11 Ago 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »

Petrolio, l’AIE alza la stima sulla domanda mondiale per il 2017

L’AIE, l’Agenzia internazionale dell’energia, ha alzato (leggermente) le stime sulla domanda mondiale di petrolio nel 2017. Nel report, pubblicato oggi, venerdì 11 agosto, l’AIE sottolinea…

11 Ago 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »

Corea del Nord, Trump: “Siamo pronti a colpire”

“Le soluzioni militari sono ora pienamente predisposte, caricate e pronte a colpire, nel caso in cui la Corea del Nord dovesse agire in modo poco…

11 Ago 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »

Trasporto pubblico, l’Antitrust sanziona ATAC con una multa da 3,6 milioni di euro

L’ATAC – la municipalizzata che si occupa del trasporto pubblico a Roma – è stata sanzionata dall’Antitrust, l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, con…

11 Ago 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia