Non calano i fumatori in Italia | T-Mag | il magazine di Tecnè

Non calano i fumatori in Italia

sigaretteGli italiani continuano ad amare il fumo. Rimane, infatti, invariata la percentuale dei consumatori di sigarette rispetto al 2015: sono 11,5 milioni, circa il 22% della popolazione contro i 10,9 milioni, il 20,8%, del 2007. Ritorna in auge il consumo delle sigarette elettroniche, +4%. Questo secondo i dati presentati recentemente all’ISS durante il convegno “Tabagismo e Servizio Sanitario Nazionale”. In sostanza restano invariati, da ben otto anni, i consumi delle sigarette tradizionali, indipendentemente dall’adozione delle e-cig, spesso abbinate all’uso del tabacco tradizionale.
Si registra un lieve aumento del numero dei fumatori di entrambi i sessi, con un aumento più marcato degli uomini rispetto alle donne. Stanno cambiando le modalità di consumo, in netta risalita l’uso della sigaretta elettronica i cui consumi si erano dimezzati nel 2014 e nel 2015, inoltre, quasi l’80% degli utilizzatori di sigarette elettroniche fuma anche le sigarette tradizionali. In aumento progressivo il consumo di sigarette fatte a mano, più del 9% dei fumatori utilizza sigarette fatte a mano con tabacco sfuso, fenomeno molto in voga soprattutto tra giovani.
I fumatori in Italia sono 11,5 milioni: 6,9 milioni di uomini (il 27,3%) e 4,6 milioni di donne (17,2%). Gli ex fumatori rappresentano il 13,5% della popolazione (7,1 milioni), i non fumatori sono invece 33,8 milioni (il 64,4% della popolazione). Stando alle indagini DOXA condotte tra il 2002 e il 2016 il dato di quest’anno, relativo ai fumatori, si riporta sui valori del 2008. Si registra, inoltre, un lieve incremento della prevalenza di fumatori di entrambi i sessi: gli uomini passano dal 25,1% del 2015 al 27,3% del 2016, le donne dal 16,9% del 2015 al 17,2% del 2016. L’analisi della prevalenza del fumo di sigarette tra gli uomini e le donne nelle varie classi di età mostra che la percentuale di fumatori è ancora superiore a quella delle fumatrici in tutte le fasce di età. Nella fascia di età compresa tra i 25 e 44 anni si registra la prevalenza maggiore di fumatori di entrambi i sessi (24,1% delle donne e 31,9% degli uomini). Fumano di meno gli ultra 65enni: il 6,9% delle donne e il 18,2% degli uomini. La prevalenza di fumatori di sesso maschile si registra nelle regioni del Centro Italia, 30.4%, mentre la prevalenza di fumatrici si riscontra nelle regioni del Nord, 19,9%. Il consumo medio al giorno si attesta intorno alle 13 sigarette. Il 45% dei fumatori fuma tra le 10 e le 19 sigarette al giorno. In aumento, rispetto allo scorso anno, i fumatori cosiddetti ”leggeri” (fino a 9 sigarette per giorno): sono passati dal 16,7% nel 2015 al 23,6% nel 2016. Il 71,1% dei fumatori ha acceso la prima sigaretta tra i 15 ed i 17 anni: questa fascia d’età si conferma nel tempo particolarmente critica per l’iniziazione al fumo di tabacco. Il 13,8% dei fumatori ha iniziato a fumare addirittura prima dei 15 anni. Gli uomini iniziano mediamente un anno e mezzo prima delle donne (a 17,4 anni gli uomini, a 18,7 le donne) ed Il motivo per cui si inizia a fumare è legato all’influenza di amici e compagni, in particolare per il 60,7% dei fumatori. Rispetto alla tipologia di prodotti acquistati quest’anno si osserva una conferma della percentuale di fumatori che scelgono prevalentemente o occasionalmente le sigarette fatte a mano (18,6% contro il 17,0% del 2015). I principali consumatori di sigarette fatte a mano sono i giovani e i giovanissimi (15-24 anni), soprattutto maschi e residenti al Centro Italia. Dopo 3 anni, per la prima volta, si registra un sensibile incremento dell’uso della sigaretta elettronica: gli utilizzatori di e-cig sono infatti passati dall’1,1% del 2015 al 3,9% del 2016 (nel 2014 erano l’1,6%). Coloro che la usano abitualmente nel 2016 sono il 2,3% (nel 2015 erano lo 0,7%), mentre coloro che la utilizzano occasionalmente sono l’1,6% ( nel 2015 erano lo 0,4%). Gli utilizzatori di e-cig sono soprattutto utilizzatori duali (sigaretta elettronica + sigaretta tradizionale) e rappresentano il 77,6% degli utilizzatori di sigarette elettroniche: questa percentuale ha subito lievissime variazioni nel corso degli anni (erano il 73,1% nel 2015 e l’80,7% nel 2014). Tra questi, i fumatori che non hanno modificato le loro abitudini sono il 5,6%, quelli che hanno aumentato il consumo sono lo 0,5%, mentre quelli che hanno ridotto leggermente sono il 5,6%, infine, il 9,5% ha ridotto in maniera drastica il numero di sigarette tradizionali fumate. Ancora, tra gli utilizzatori duali, gli ex fumatori che hanno dichiarato di aver ricominciato a fumare le sigarette tradizionali assieme alla sigaretta elettronica sono il 24,9%, coloro che non fumavano e sono diventati consumatori duali di sigarette tradizionali e sigarette elettroniche risultano essere il 17,8%. Tra gli utilizzatori esclusivi di sigaretta elettronica (18,4% degli utilizzatori di e-cig) i fumatori che hanno smesso di fumare sono il 7,7%, mentre le persone che si sono avvicinate per la prima volta alla sigaretta elettronica, ma non erano fumatori sono il 10,7%.

 

Scrivi una replica

News

Brexit, May: “Dobbiamo andare avanti insieme”

“Vedrò Tusk qui oggi, per parlare dei negoziati positivi in corso, guardando alla futura partnership approfondita e speciale che voglio con l’Ue. I negoziati continuano…

24 Nov 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »

Germania, indice Ifo sale a 117,5 punti a novembre

L’indice Ifo che monitora la fiducia delle imprese in Germania è salito 117,5 punti nel mese di novembre. Ad ottobre invece, si era attestato a…

24 Nov 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »

Titoli di Stato: spread Btp/Bund a quota 142 punti

All’avvio dei mercati finanziari lo spread tra Btp e Bund si è attestato a quota 142 punti.…

24 Nov 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »

Sottomarino scomparso, Marina: “Ci fu un’esplosione”

Il rumore che la Marina militare argentina aveva captato nel corso della giornata di mercoledì 15 novembre, in occasione dell’ultimo contatto con il sottomarino scomparso…

23 Nov 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia