La pressione fiscale su imprese e famiglie | T-Mag | il magazine di Tecnè

La pressione fiscale su imprese e famiglie

tasse_pressione_fiscaleIn diverse occasioni, il ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan ha assicurato che il governo intende ridurre la pressione fiscale su famiglie e imprese, spiegando che la strategia di rilancio dell’economia italiana pensata dall’esecutivo passa anche alla sua “progressiva riduzione”, fino a circa il 40% entro il 2019. In Italia, la pressione fiscale – ovvero il rapporto tra il prelievo fiscale (imposte dirette, imposte indirette e imposte in conto capitale), quello para-fiscale (contributi sociali) e il Prodotto interno lordo (PIL) – è cresciuta parecchio: una recente analisi del Centro Studi Unimpresa, basata sui dati della Banca d’Italia, osserva che la pressione fiscale è aumentata progressivamente nell’ultimo decennio, passando dal 39,1% del PIL nel 2005 all’attuale 43,5% nel 2015.
Una crescita che si è arrestata soltanto lo scorso anno – secondo l’ISTAT, nel 2015 la pressione fiscale è diminuita leggermente rispetto al 2014 (-0,1%) – e che trova pochi riscontri nel resto dei nostri principali partner economici: nel 2015 la pressione fiscale era al 39,6% in Germania (+1,2% rispetto al 2005), al 34,8% in Gran Bretagna (-2%) e al 34,6% in Spagna (-2%).
Solo i contribuenti francesi fanno i conti con una pressione fiscale superiore a quella italiana (47,8%), ma “l’aggravio – osserva il Centro studi di Unimpresa – tiene il debito al 95,8% del PIL”.
In Italia, nel 2015, il rapporto tra il debito e il Prodotto interno lordo era al 132,7%.
Confcommercio sostiene che l’obiettivo del governo – abbassare la pressione fiscale a circa il 40% entro il 2019 – è “una sfida eccezionale, ma possibile”. Per centrarlo, spiegano gli analisti di Confcommercio, sarà necessario bloccare la spesa pubblica ai livelli del 2016, eliminare 21 miliardi di sprechi locali e far crescere il Prodotto interno lordo di oltre l’1,4% nel triennio 2017-2019.

 

Scrivi una replica

News

Unicef: “2,6 milioni di bambini muoiono al primo mese di vita”

Secondo il nuovo rapporto dell’Unicef “Ogni bambino è vita”, circa 2,6 milioni di bambini muoiono nel primo mese di vita, circa 7mila al giorno. “Il…

20 Feb 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

BCE: l’Eurogruppo ha appoggiato la candidatura di Luis de Guindos

L’Eurogruppo ha appoggiato la candidatura di Luis de Guindos per la posizione di Vicepresidente della Banca centrale europea (BCE). Il nuovo vicepresidente, se arriverà la…

20 Feb 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Titoli di Stato: spread tra Btp e Bund a 130 punti

All’avvio dei mercati finanziari lo spread tra Btp e Bund si è attestato a 130 punti.…

20 Feb 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Meridiana cambia nome in Air Italy e lancia nuovo piano industriale

La compagnia aerea Meridiana ha cambiato nome in Air Italy. Grazie al sostegno economico del nuovo azionista, Qatar Airways, la società intende diventare “il vettore…

19 Feb 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia