Lavoro: cresce lʼutilizzo dei voucher | T-Mag | il magazine di Tecnè

Lavoro: cresce lʼutilizzo dei voucher

inpsL’utilizzo dei voucher da parte dei datori di lavoro continua ad essere consistente – nei primi cinque mesi dell’anno, ne sono stati venduti 56,7 milioni –, mentre, complice la riduzione degli incentivi per le assunzioni stabili, il saldo tra i nuovi contratti a tempo indeterminato e le cessazioni risulta inferiore a quello dell’anno passato. Tra gennaio e maggio 2016, sono stati stipulati 712.007 contratti a tempo indeterminato (comprese le trasformazioni) mentre le cessazioni sono state 629.936, con un saldo positivo di 82.071 unità. L’INPS osserva che il saldo è inferiore rispetto sia a quello dello scorso anno (+379.282 posti stabili nei primi cinque mesi) che del 2014 (+122.188 unità). Cresce invece l’utilizzo dei voucher.
Secondo l’INPS, nel periodo compreso tra gennaio e maggio 2016, sono stati venduti 56,7 milioni di voucher destinati al pagamento delle prestazioni di lavoro accessorio, del valore nominale di 10 euro, con un incremento, rispetto ai primi cinque mesi del 2015, pari al 43%. Per quanto in crescita rispetto allo scorso anno, l’aumento dell’utilizzo dei voucher segnalato dall’INPS nei primi cinque mesi del 2016 risulta comunque inferiore all’incremento registrato nello stesso periodo dello scorso anno (+43% contro il +75,2% su base annua).
Confesercenti sostiene che l’ampio ricorso ai voucher da parte delle imprese è dovuto alla debolezza della ripresa e alle incertezze che gravano sulle prospettive della nostra economia – complice l’uscita del Regno Unito dall’Unione europea, il Fondo monetario internazionale (FMI) ha rivisto al ribasso le stime di crescita del PIL italiano nel 2016, abbassandole dal +1% al +0,9% – che rendono molto difficile una programmazione a lungo termine dell’attività.
Il ricorso ai voucher, introdotti con la riforma Fornero, è cresciuto molto negli ultimi anni, anche grazie ai diversi interventi normativi che hanno ampliato sia le categorie di prestatori di lavoro accessorio sia gli ambiti di attività remunerabili tramite i voucher, fino alla liberalizzazione del 2012: secondo l’INPS, nel 2015 i voucher venduti sono stati 115 milioni contro i 15 milioni del 2011.

 

Scrivi una replica

News

Conte: «Non riteniamo necessaria alcuna manovra correttiva»

«Non riteniamo necessaria alcuna manovra correttiva, dobbiamo solo continuare nel razionale ed efficace utilizzo delle risorse già stanziate». Lo ha detto il presidente del Consiglio,…

21 Feb 2019 / Nessun commento / Leggi tutto »

Mercato immobiliare, nel terzo trimestre 2018 compravendite in calo su base trimestrale

«Nel terzo trimestre 2018 le convenzioni notarili di compravendita e le altre convenzioni relative ad atti traslativi a titolo oneroso per unità immobiliari (175.102) diminuiscono dello…

21 Feb 2019 / Nessun commento / Leggi tutto »

Ue, Bruxelles: «Non abbiamo preso ancora nessuna decisione sui conti pubblici italiani»

 «Non abbiamo discusso» dei “country report”, «non abbiamo preso nessuna decisione» sui conti pubblici italiani. Lo ha detto il portavoce del presidente della Commissione europea,…

21 Feb 2019 / Nessun commento / Leggi tutto »

Tav, Salvini: «Risparmiare dove si può e andare avanti»

«La TAV? L’obiettivo è rivedere il progetto, risparmiare dove si può risparmiare e andare avanti». Lo ha detto il ministro dell’Interno, Matteo Salvini, intervenendo al…

21 Feb 2019 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia