Imprese: prosegue la stretta creditizia | T-Mag | il magazine di Tecnè

Imprese: prosegue la stretta creditizia

soldi-euroQuanto certificato recentemente dalla Banca d’Italia – nel 2015 è proseguito il recupero dei prestiti erogati alle imprese, trainato dai finanziamenti al settore manifatturiero – riguarda solo le imprese di dimensioni più grandi – l’indagine ha coinvolto quelle che impiegano oltre 20 addetti – mentre i piccoli imprenditori fanno i conti con una stretta creditizia ancora intensa. Secondo i dati contenuti nell’Osservatorio Credito Confcommercio sulle imprese del commercio, del turismo e dei servizi realizzato in collaborazione con Format Research e relativo al secondo trimestre del 2016, circa un’impresa su quattro, pur avendo bisogno di un finanziamento, ha evitato di rivolgersi agli istituti di credito.
I motivi di questa scelta sono molteplici: la scarsa fiducia nella situazione economica del Paese, il timore di vedere respinta la propria richiesta o perché l’imprenditore decide di ricorrere a fonti di finanziamento diverse da quelle garantite dalle banche.
Banche che infatti sono solitamente più propense a concedere il credito alle imprese di grandi dimensioni: secondo un rapporto elaborato da CER e EURES per Confesercenti, le imprese con almeno 20 addetti hanno ottenuto l’81% (pari a 14,8 miliardi di euro) dei prestiti complessivamente erogati nel corso del 2015, mentre il 18,9% è stato destinato alle imprese di dimensioni più piccole che hanno pagato più di altri la stretta creditizia in atto da diverso tempo a questa parte.
Confesercenti stima che, nel periodo compreso tra il 2011 e il 2015, i prestiti destinati alle imprese sono diminuiti del 20,9%, pari a circa 190 miliardi di euro in meno.

 

Scrivi una replica

News

Istat: «Export in crescita del 4,5% a marzo»

«A marzo 2018 si stima per entrambi i flussi commerciali un aumento congiunturale, più marcato per le esportazioni (+4,5%) rispetto alle importazioni (+2,1%). L’incremento congiunturale…

24 Apr 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Cinque milioni lavoreranno il 25 aprile e il 1 maggio

Saranno cinque milioni gli italiani che lavoreranno il 25 aprile e il 1 maggio. Lo ha reso noto Cgia sottolineando che «il settore dove la…

24 Apr 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Istat: «Calo della fiducia dei consumatori e delle imprese nel mese di aprile»

«Ad aprile 2018 si stima che l’indice del clima di fiducia dei consumatori diminuisca passando da 117,5 a 117,1; anche per l’indice composito del clima…

24 Apr 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Canada, Gentiloni: «Vicino alle famiglie colpite»

Il presidente del Consiglio italiano, Paolo Gentiloni, appresa la notizia di quanto accaduto in Canada, si ha espresso il proprio cordoglio a nome di tutti…

24 Apr 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia