Fare impresa? Occorrono 50mila euro | T-Mag | il magazine di Tecnè

Fare impresa? Occorrono 50mila euro

soldi-euroGli ultimi dati sull’imprenditoria giovanile italiana ne hanno certificato la crescente vitalità: nel secondo trimestre del 2016 le nuove imprese, condotte da giovani con meno di 35 anni e iscritte alle Camere di Commercio, sono state 31mila. Tuttavia avviare un’impresa non è sempre semplice e spesso richiede un investimento iniziale abbastanza consistente. Specie in Italia. Nel suo ultimo rapporto, il Global Entrepreneurship Monitor ha calcolato che nel nostro Paese occorrono 55.511 dollari per avviare un’impresa (poco più di 49mila euro). Una somma di denaro in calo rispetto al passato – nel 2006 ne occorrevano 65mila –, ma superiore alla media mondiale (13mila dollari) e che in molti casi viene garantita dai familiari di chi ha deciso di avviare l’impresa: secondo lo studio, il 30% degli imprenditori italiani si fa finanziare dalla propria famiglia.
Il rapporto sottolinea comunque che le banche restano le principali fonti di finanziamento per tutti gli imprenditori, anche se quest’ultimi sperimentano sempre più spesso canali alternativi per raccogliere i fondi necessari per far nascere un’impresa. Fondi che altrimenti non riuscirebbero ad ottenere da un istituto di credito: secondo il Survey on the Access to Finance of Enterprises della Commissione europea, soltanto il 41% delle piccole e medie imprese (PMI) europee ritiene di non subire limitazioni nell’accesso ai finanziamenti.
Molti imprenditori hanno fatto ricorso così al lending crowdfunding, chiedendo denaro in prestito in cambio della restituzione del capitale e il pagamento di un tasso di interesse, o all’equity crowdfunding, che consiste nella raccolta di capitale attraverso la sottoscrizione diretta sul web di titoli partecipativi del capitale di una società (introdotto dal D.L. Sviluppo-bis del 2012, in Italia l’equity crowdfunding è aperto solo alle start-up, alle PMI innovative e la campagna di raccolta deve svolgersi soltanto su piattaforme autorizzate).
Una scelta che sembra premiare gli imprenditori: secondo l’Osservatorio CrowdFunding della School of Management del Politecnico di Milano, l’importo medio erogato alle imprese italiane attraverso il lending crowdfunding è di 12.889 euro, mentre la durata dei finanziamenti è in media compresa fra i 30 e i 40 mesi, con il tasso annuo nominale (TAN) pari a circa il 6%.

 

Scrivi una replica

News

Bankitalia: «Rivista al ribasso la crescita prevista per il 2019: possibile recessione tecnica»

«In Italia, dopo che la crescita si era interrotta nel terzo trimestre, gli indicatori congiunturali disponibili suggeriscono che l’attività potrebbe essere ancora diminuita nel quarto».…

18 Gen 2019 / Nessun commento / Leggi tutto »

Banca Carige, la Commissione europea ha approvato il piano del governo per garantire i bond

Lo schema elaborato dal governo, per garantire i bond emessi da Banca Carige e per aiutarlo a raccogliere i fondi di cui necessita, è stato…

18 Gen 2019 / Nessun commento / Leggi tutto »

Maturità 2019, rese note le materie per la prova multidisciplinare

Nella seconda prova scritta della maturità 2019, debutta la prova multidisciplinare: al liceo classico sono previsti, infatti, Latino e Greco; Matematica e Fisica allo Scientifico.…

18 Gen 2019 / Nessun commento / Leggi tutto »

Mattarella: «Giusto riflettere sull’austerità»

Le recenti dichiarazioni del presidente della Commissione europea, Jean Claude Juncker, sull’eccessiva austerità negli anni della crisi del debito nell’Eurozona «hanno stimolato alcune riflessioni che…

18 Gen 2019 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia