Come va il mercato digitale in Italia | T-Mag | il magazine di Tecnè

Come va il mercato digitale in Italia

Secondo Assinform, in Italia lʼinnovazione digitale si sta diffondendo ancora troppo lentamente e soprattutto in modo disomogeneo

mercato_digitaleSi stima una crescita dell’1,7% nel 2017 e del 2% nel 2018.

Un’analisi di Assinform condotta in collaborazione con NetConsulting Cube sostiene che il mercato digitale italiano non ha risentito del recente rallentamento del quadro macro-economico.Nel primo semestre del 2016, il mercato delle ICT (acronimo che sta per Information & Communication Technology) è cresciuto rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, arrivando a 31,9 miliardi di euro (+1,2% su base annua).
Una performance in linea con quella dello scorso anno – la crescita registrata nel 2015 è stata dell’1% – e che dovrebbe essere confermata tanto nei prossimi sei mesi – alla fine del 2016 il mercato digitale dovrebbe raggiungere i 65,7 miliardi di euro (+1,3%) – quanto nel prossimo triennio.
Un rapporto realizzato da Assinform e Confindustria Digitale in collaborazione con NetConsulting cube e gli Osservatori Digital Innovation del Politecnico di Milano (Il digitale in Italia nel 2016, presentato nei mesi scorsi) prevede infatti che il mercato digitale italiano crescerà sia nel 2017 (+1,7%) che nel 2018 (+2%).
Pur contenendo dati senza dubbio positivi, tuttavia il report osserva che nel nostro Paese l’innovazione digitale si sta diffondendo ancora troppo lentamente e sopratutto in modo disomogeneo: a rimanere “ai margini dell’evoluzione digitale” sono in particolare la pubblica amministrazione e le piccole e medie imprese, che ricoprono un ruolo determinante nell’economia italiana.
Le pmi – si sottolinea nel report – rappresentano il 99% del tessuto imprenditoriale italiano e contribuiscono a generare oltre il 51% del Prodotto interno lordo (PIL) del nostro Paese. A trainare il mercato digitale italiano sono invece le grandi imprese – quelle dell’industria, in primis –, le banche e le compagnie assicurative.

 

Scrivi una replica

News

Dl Dignità, Di Maio: «La fiducia? Spero di no»

«Spero di no, però mi aspetto, e questo lo auspico, perché il Parlamento è sovrano, che ci sia un atteggiamento costruttivo sulle modifiche. Se poi…

20 Lug 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Alessandro Rivera sarà il prossimo direttore generale del Mef

Alessandro Rivera sarà il nuovo direttore generale del ministero del ministero dell’Economia. Lo riferisce l’agenzia Reuters, citando «tre fonti vicine alla situazione». Ha 47 anni…

20 Lug 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Inps, Di Maio: «Boeri? Non ho il potere di rimuoverlo»

Il presidente dell’INPS «Boeri? Io non ho il potere di rimuovere questa persona: o scade oppure resta lì». Lo ha detto il vice premier Luigi…

20 Lug 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Cdp, Fabrizio Palermo nuovo amministratore delegato

Fabrizio Palermo è il nuovo amministratore delegato di CDP, la Cassa depositi e Prestiti. Lo riferisce l’agenzia di stampa Reuters, citando «tre fonti vicine alla…

20 Lug 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia