L’andamento del settore manifatturiero nel 2016 | T-Mag | il magazine di Tecnè

L’andamento del settore manifatturiero nel 2016

Per il 2016 si prevede un rallentamento della crescita del fatturato. Nel biennio 2017-2018 bene domanda estera e consumi interni
di Redazione

Le tabelle che periodicamente accompagnano le rilevazioni dell’Istat mostrano un andamento piuttosto altalenante per l’indice che misura la fiducia delle imprese manifatturiere. È vero che l’ultimo mese considerato ha riportato una crescita, ma è anche vero che dall’inizio dell’anno, in parecchie mensilità, l’indice ha dimostrato un certo livello d’incertezza per il settore.

manifatturaL’industria manifatturiera chiuderà il 2016 con una crescita del fatturato dell’1,2%

Non è capitato di rado, infatti, osservare peggioramenti nei giudizi sugli ordini (a febbraio, aprile, maggio e agosto) o nei livelli di produzione (a gennaio, marzo, maggio e agosto) come anche nelle attese, a dimostrazione di come, nonostante un miglioramento dei risultati generali, la debolezza dei consumi interni e gli scenari internazionali (quindi la domanda estera) si facciano ancora sentire.
Secondo una recente analisi di Prometeia e Intesa San Paolo, l’industria manifatturiera chiuderà il 2016 con una crescita del fatturato dell’1,2%, riportando un aumento inferiore di circa sette miliardi di euro rispetto alle stime precedenti e rallentando rispetto al +2,7% registrato al termine del 2015. Rispetto allo scorso anno si registra, infatti, un rallentamento sia della domanda interna (dal +2,6% al +1,6%) che delle esportazioni (dal +1,1% al +0,9%).
Osservando i comparti emerge una buona spinta dell’Automotive e del largo consumo, mentre la meccanica, la moda, gli elettrodomestici, i prodotti in metallo e gli intermedi chimici si mostrano in calo.
Speranze per il settore giungono comunque dalle stime per il prossimo biennio. L’analisi indica infatti una un crescita delle esportazioni del 2,2% per il prossimo anno e del 2,6% per il 2018. Per quanto riguarda invece la domanda interna, si prevede un +1,5% per il 2017 e un +1,6% per l’anno seguente. Risultati che potrebbero comportare una crescita del fatturato di 1,4 punti percentuali per il 2017 e di 1,6 punti per il seguente.

 

Scrivi una replica

News

Titoli di Stato: spread Btp/Bund a 292 punti

All’avvio dei mercati finanziari lo spread tra Btp e Bund si è attestato a quota 292 punti.…

10 Dic 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Germania, Annegret Kramp-Karrenbauer è la nuova presidente della CDU

Annegret Kramp-Karrenbauer è la nuova presidente della CDU, l’Unione Cristiano-Democratica di Germania tedesca. Al primo turno nessuno dei tre candidati alla presidenza della CDU ha…

7 Dic 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Tria: «Le mie dimissioni sono un’ipotesi che non esiste»

«Le dimissioni sono un’ipotesi che non esiste». Lo ha affermato il ministro dell’Economia, Giovanni Tria, smentendo così ogni voce riguardo sue possibili dimissioni. Tria ha…

7 Dic 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Brexit, Ministro Sanità: «Pronti a ponte aereo per garantire farmaci»

«Il Regno Unito è pronto a realizzare un ponte aereo per garantire le forniture di farmaci d’importazione nell’eventualità di intoppi al porto di Dover, o…

7 Dic 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia