Commercio estero, Istat: “A gennaio export in aumento su base annua (+13,3%) e mensile (+0,5%)” | T-Mag | il magazine di Tecnè

Commercio estero, Istat: “A gennaio export in aumento su base annua (+13,3%) e mensile (+0,5%)”

“A gennaio 2017, rispetto al mese precedente, l’export aumenta dello 0,5% e l’import diminuisce dello 0,2%”. Lo rende noto l’ISTAT, l’Istituto nazionale di statistica, attraverso la diffusione di un comunicato stampa.
“La crescita congiunturale dell’export, per il quarto mese consecutivo, è – prosegue la nota – determinata dall’incremento delle vendite verso i mercati extra Ue (+2,8%), mentre quelle verso i mercati Ue (-1,3%) sono in diminuzione. La contenuta flessione degli acquisti è da ascrivere ai beni di consumo (-5,5%) e a quelli strumentali (-4,5%).
Negli ultimi tre mesi l’export cresce congiunturalmente del 3,8%, con un incremento più ampio per i paesi extra Ue (+5,9%) rispetto a quelli Ue (+2,2%).
In termini tendenziali, a gennaio 2017 si rileva un aumento sia dell’import (+15,5%) sia dell’export (+13,3%), determinato principalmente dalla sostenuta crescita dell’interscambio con l’area extra Ue. Al netto delle differenze nei giorni lavorativi (21 a gennaio 2017 contro 19 di gennaio 2016), l’aumento risulta più contenuto: +10,7% per l’import e +10,1% per l’export.
A gennaio 2017, Il saldo commerciale è pari a -574 milioni (+34 milioni a gennaio 2016). Al netto dell’energia, si registra un avanzo di 2,7 miliardi di euro.
Paesi ASEAN (+57,0% su gennaio 2016), Russia (+39,4%), Cina (+36,5%), Stati Uniti (+35,8%), Giappone (+28,8%) e Germania (+9,6%) sono, tra i principali mercati si sbocco, i più dinamici all’export. L’aumento delle vendite di prodotti petroliferi raffinati (+69,4%), autoveicoli (+27,7%) e articoli farmaceutici chimico-medicinali e botanici (+25,9%) è rilevante.
In forte crescita l’import da paesi OPEC (+53,4%) e Russia (+43,3%) e gli acquisti di petrolio greggio (+123,9%).
Nel mese di gennaio 2017 l’indice dei prezzi all’importazione dei prodotti industriali aumenta dello 0,2% rispetto al mese precedente e del 4,7% nei confronti di gennaio 2016.
L’aumento dei prezzi all’importazione – conclude l’ISTAT – dipende principalmente dalle dinamiche del comparto energetico, al netto del quale l’indice registra un aumento dello 0,3% in termini tendenziali mentre rimane invariato rispetto al mese precedente”.

 

Scrivi una replica

News

Eurozona, la Bce ha lasciato i tassi di interesse invariati

La BCE, la Banca centrale europea, ha lasciato i tassi di interesse invariati. Il tasso principale è allo 0%, mentre quello sui depositi resta negativo…

20 Lug 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »

Stati Uniti: sussidi di disoccupazione ai minimi da nove settimane

Negli Stati Uniti, le richieste di sussidi di disoccupazione e sono diminuiti scendendo a 233mila e toccando illivello più basso delle ultime nove settimane.…

20 Lug 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »

Il Tribunale di Roma ha condannato Buzzi e Carminati a 19 e 20 anni di reclusione

Il tribunale di Roma ha condannato Salvatore Buzzi, Massimo Carminati e Luca Gramazio, rispettivamente a 19, 20 e 11 anni di reclusione. Cade l’accusa di…

20 Lug 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »

Ius Soli, Grasso: “Spero nell’approvazione di questa legge”

“Auspico che l’augurio, da più parti condiviso, possa tradursi nell’approvazione di questa legge”. Lo ha detto il presidente del Senato, Pietro Grasso, commentando lo Ius…

20 Lug 2017 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia