Commercio, a marzo esportazioni e importazioni extra-Ue in aumento | T-Mag | il magazine di Tecnè

Commercio, a marzo esportazioni e importazioni extra-Ue in aumento

“A marzo 2017, rispetto al mese precedente, entrambi i flussi commerciali sono in espansione, con un aumento più marcato per le esportazioni (+6,5%) che per le importazioni (+0,5%)”. Lo rende noto l’ISTAT, l’Istituto nazionale di statistica, attraverso la diffusione di un comunicato stampa.
“L’incremento congiunturale delle vendite verso i paesi extra Ue – prosegue la nota – è esteso a tutti i raggruppamenti principali di industrie, a esclusione dell’energia (-13,5%). I beni strumentali (+15,1%) registrano un aumento molto più marcato della media dovuto anche alla vendita di mezzi di navigazione marittima.
Dal lato dell’import, l’aumento congiunturale è più ampio per i beni di consumo non durevoli (+4,2%) e di intensità minore per i beni strumentali (+2,1%) e i beni intermedi (+1,1%).
Nell’ultimo trimestre – osserva l’Istituto nazionale di statistica – la dinamica congiunturale dell’export verso i paesi extra Ue si conferma ampiamente positiva (+4,7%) ed estesa a tutti i raggruppamenti principali di industrie. L’aumento delle vendite di energia sui mercati extra Ue è molto marcato (+20,8%). Nello stesso periodo si rileva una marcata espansione delle importazioni (+6,7%) particolarmente ampia per l’energia (+19,9%).
A marzo 2017 le esportazioni sono in forte aumento su base annua (+15,1%, che si riduce a +14,1% eliminando l’effetto prodotto dal diverso numero di giorni lavorativi). La crescita è molto marcata per l’energia (+42,3%) e di intensità comunque elevata per i beni di consumo non durevoli (+18,9%) e i beni di consumo durevoli (+15,6%). Le importazioni registrano una sostenuta crescita tendenziale (+19,1%), determinata in gran parte dall’energia (+44,3%).
Il surplus commerciale (+4.143 milioni) è di poco superiore a quello dello stesso mese del 2016 (+4.033 milioni). Il surplus nell’interscambio di prodotti non energetici (+7.024 milioni) è in aumento rispetto a marzo 2016 (+6.024 milioni).
A marzo 2017, rispetto allo stesso mese del 2016, le vendite di beni verso Cina (+32,3%), paesi ASEAN (+31,1%), paesi MERCOSUR (+23,4%), Russia (+21,2%) e Giappone (+18,0%) aumentano in misura marcata. Svizzera (+12,2%), Turchia (+11,8%) e Stati Uniti (+10,9%) conseguono invece un incremento più contenuto. I paesi OPEC (-3,2%) sono in flessione.
Le importazioni dai paesi OPEC (+62,1%), Stati Uniti (+42,2%), India (+32,6%), Turchia (+26,0%) e Svizzera (+19,9%) conseguono una crescita più marcata. In misura minore -conclude l’ISTAT – aumentano anche gli acquisti da paesi MERCOSUR (+15,2%), Giappone (+13,8%), paesi ASEAN (+8,8%) e Cina (+3,0%). La Russia (-10,8%) registra una flessione”.

 

Scrivi una replica

News

Eurozona, a giugno indice Pmi in aumento rispetto al mese precedente

A giugno attività economica dell’Eurozona in crescita, trainata dai servizi. Lo sostiene il sondaggio Pmi curato da IHS Markit. L’indice preliminare composito – che unisce…

22 Giu 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Dazi, Boccia (Confindustria): «Fanno del male all’Italia e all’Europa»

«Siamo un Paese ad alta vocazione di export e quindi i dazi fanno del male all’Italia e all’Europa. Ecco perché su questo aspetto dobbiamo essere…

22 Giu 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Francia, nel primo trimestre il Pil rallenta a +0,2%

Nel primo trimestre 2018, il Prodotto interno lordo della Francia è cresciuto dello 0,2%, in rallentamento rispetto al trimestre precedente (+0,7%). Lo rende noto l’INSSE,…

22 Giu 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Di Maio: «Spero che settimana prossima possa partire il decreto dignità»

«Spero che la settimana prossima possa partite il decreto dignità». Lo ha affermato Luigi Di Maio arrivando al congresso Uil. «La norma eliminerà la burocrazia…

22 Giu 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia