Istat: “Esportazioni extra Ue in calo del 4,9% ad aprile” | T-Mag | il magazine di Tecnè

Istat: “Esportazioni extra Ue in calo del 4,9% ad aprile”

“Ad aprile 2017, rispetto al mese precedente, entrambi i flussi commerciali sono in contrazione, con una diminuzione più marcata per le esportazioni (-4,9%) che per le importazioni (-0,8%).
La flessione congiunturale delle vendite verso i paesi extra Ue è estesa a tutti i raggruppamenti principali di industrie, a esclusione dell’energia (+4,5%). La riduzione delle esportazioni è marcata per i beni strumentali (-8,1%), di intensità minore per i beni intermedi (-3,9%) e i beni di consumo non durevoli (-2,6%).
Dal lato dell’import, il calo congiunturale è il risultato di una flessione dell’energia (-3,8%) e, in misura minore, dei beni di consumo non durevoli (-3,3%). Al netto della componente energetica, si rileva una crescita delle importazioni (+0,2%) che interessa i beni di consumo durevoli (+5,3%), i beni strumentali (+2,9%) e i beni intermedi (+0,8%).
Nell’ultimo trimestre, la dinamica congiunturale dell’export verso i paesi extra Ue risulta comunque positiva (+0,4%) ed estesa a quasi tutti i raggruppamenti principali di industrie. L’aumento delle vendite dei beni di consumo durevoli sui mercati extra Ue è molto marcato (+6,2%).
Nello stesso periodo si rileva una espansione delle importazioni (+2,8%) particolarmente ampia per i beni di consumo durevoli (+7,6%), beni intermedi e energia (+4,5% per entrambi).
Ad aprile 2017, le esportazioni sono in diminuzione su base annua (-3,7%) ma, al netto dell’effetto prodotto dal diverso numero di giorni lavorativi, segnano un aumento (+2,7%). La contrazione è molto marcata per i beni di consumo durevoli (-8,3%), beni intermedi (-6,6%) e beni strumentali (-6,3%).
Le importazioni registrano una crescita tendenziale (+4,1%), determinata dall’energia (+31,2%). Gli acquisti di beni strumentali (-9,9%) e di beni di consumo non durevoli (-6,4%) sono in calo.
Il surplus commerciale (+2.556 milioni) è in diminuzione rispetto a quello dello stesso mese del 2016 (+3.602 milioni). Il surplus nell’interscambio di prodotti non energetici (+5.097 milioni) è in flessione rispetto ad aprile 2016 (+5.598 milioni).
Ad aprile 2017, rispetto allo stesso mese del 2016, le vendite di beni verso i paesi OPEC (-17,6%), Stati Uniti (-9,6%), Turchia (-7,8%) e Svizzera (-6,7%) sono in flessione. L’export verso Russia (+13,6%), Giappone (+7,1%), Cina (+5,6%) e paesi ASEAN (+5,3%) aumenta in misura marcata, mentre i paesi MERCOSUR (+1,3%) conseguono un incremento più contenuto.
Le importazioni dall’India (+21,1%), Turchia (+16,9%), Russia (+13,8%) e paesi OPEC (+9,6%), aumentano ad un tasso superiore a quello medio. In misura minore aumentano anche gli acquisti da paesi ASEAN (+3,3%) e Cina (+2,4%). Giappone (-48,2%), Svizzera (-7,7%), paesi MERCOSUR (-3,7%) e Stati Uniti (-0,6%) registrano una flessione”. Lo scrive l’ISTAT in un comunicato sul proprio sito.

 

Scrivi una replica

News

Inps: «A marzo 21,9 mln di ore di cassa integrazione»

«A marzo 2018 sono stati autorizzati 21,94 milioni di ore di cassa integrazione con un calo del 5,3% rispetto a febbraio e del 40,9% su…

19 Apr 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Corea del Nord, Trump: «Lascerò il summit se l’incontro con Kim dovesse essere negativo»

«Se l’incontro con il leader nordcoreano Kim Jong Un non sarà proficuo me ne andrò», lasciando il summit. Lo ha annunciato il presidente americano Donald…

19 Apr 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Titoli di Stato: spread Btp/Bund a 118 punti

All’avvio dei mercati finanziari lo spread tra Btp e Bund si è attestato in calo a 118 punti.…

19 Apr 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Turchia, Erdogan: “Elezioni anticipate al 24 giugno prossimo”

Elezioni anticipate, in Turchia. Il presidente turco, Recep Tayyip Erdogan, ha annunciato che le elezioni si terranno il 24 giugno prossimo, oltre un anno prima…

18 Apr 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia