Migranti, Gentiloni: “Le decisioni della Corte di Giustizia europea vanno rispettate” | T-Mag | il magazine di Tecnè

Migranti, Gentiloni: “Le decisioni della Corte di Giustizia europea vanno rispettate”

“La decisione della Corte Ue sui migranti è importante per l’affermazione di due principi: dal punto di vista del metodo, le decisioni vanno rispettate e nel merito il principio di solidarietà che era alla base della decisione presa sulla relocation, è stato confermato”. Lo ha detto il presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni, intervenendo da Lubiana, in Slovenia, dove ha incontrato il premier sloveno Miro Cerar. “Penso che le decisioni della Corte Ue debbano impegnare tutti i Paesi membri dell’Ue e a questo un Paese come l’Italia guarderà nei prossimi mesi perché le decisioni vanno rispettate”, ha concluso.

 

Scrivi una replica

News

Medio Oriente, Pence: “Ambasciata Stati Uniti a Gerusalemme entro il 2019”

L’ambasciata statunitense sarà trasferita da Tel Aviv a Gerusalemme entro il 2019. Lo ha annunciato il vice presidente degli Stati Uniti, Mike Pence, durante un…

22 Gen 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Conti pubblici, Berlusconi: “Rispetteremo la regola del 3%”

“La regola del 3% può essere discutibile, ma intendiamo rispettarla”. Lo ha detto il leader di Forza Italia, Silvio Berlusconi, intervenendo nel corso della sua…

22 Gen 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Il Fmi ha alzato le stime di crescita per l’Italia per il 2017 e il 2018

Il Fondo monetario internazionale ha alzato le stime sulla crescita dell’Italia. Nell’aggiornamento del suo World Economic Outlook – il rapporto è stato presentato a margine…

22 Gen 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Maroni: “Ci sono opinioni diverse ma la Lega non è divisa”

“La Lega non è divisa, ci sono opinioni diverse e questa è la ricchezza del partito”. Così il presidente della Regione Lombardia, Roberto Maroni, parlando…

22 Gen 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia