Pil pro capite in calo del 9,8% dal 2007 | T-Mag | il magazine di Tecnè

Pil pro capite in calo del 9,8% dal 2007

Secondo una ricerca del Centro Studi ImpresaLavoro il Pil pro capite del nostro Paese è diminuito del 9,8% da inizio crisi
di Redazione

Da un’analisi del Centro Studi ImpresaLavoro è emerso come nell’arco degli ultimi dieci anni – quindi tra il 2007 ed il 2016 – i cittadini abbiano perso il 9,8% del proprio reddito pro capite. Sostanzialmente si parla di un calo di 2.800 euro a cittadino, passando quindi dai 28.700 euro del 2007 ai 25.900 dello scorso anno.

Osservando le tabelle del Centro Studi si nota come la diminuzione registrata nel nostro Paese sia tra le più marcate dell’intera Unione Europea. Non solo, tra i nostri principali partner siamo quelli che hanno registrato il risultato peggiore.
Nel dettaglio: in Italia, come anticipato, la flessione è stata del 9,8% (-2.800 da 28.700 a 25.900), in Spagna del 2,9% (-700 euro, da 24.500 a 23.800) e in Portogallo dell’1,7% (-300 euro, da 17.200 a 16.900). In Francia, invece, si è registrato un aumento del Pil pro capite nell’arco di tempo considerato dello 0,6% (+200 euro, da 31.500 a 31.700), in Germania del 7,8% (+2.500, da 32.100 a 34.600).
Negli ultimi dieci anni peggio di noi in Europa hanno fatto solo Cipro, -12,3%, e Grecia, dove si p registrato un calo del Pil pro capite del 24,7%. Il risultato migliore ha invece interessato la Polonia, che con un +31,8% passa da 8.550 a 11.200 euro. Nel complesso, nell’Eurozona, si è registrata una crescita media dell’1% (+300 euro, da 29.400 a 29.700), mentre nell’Unione europea l’aumento è stato del 3,1% (+800 euro, da 26.200 a 27mila).
Il Centro Studi si sofferma poi sull’ultimo biennio, sottolineando come l’Italia nel 2015 e nel 2016 abbia registrato un +1,2% del Pil pro capite, facendo meglio di Regno Unito (+1%), Germania (+0.9%), Francia (+0,6%) e Grecia (+0,6%). Tuttavia, ancora oggi il nostro Pil Pro capite risulta ancora piuttosto inferiore a quello della media europea.

 

Scrivi una replica

News

Unione petrolifera: “Consumi in calo nel 2017 dell’1,6%”

“Nel 2017 i consumi petroliferi sono stati pari a 58,5 milioni di tonnellate, con un decremento dell’1,6% (-932.000 tonnellate) rispetto allo stesso periodo del 2016.…

18 Gen 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Stati Uniti, sussidi disoccupazione ai minimi dal 1973

Sono calate di 41.000 unità le richieste di sussidi alla disoccupazione negli Stati Uniti la scorsa settimana, toccando quota 220.000 e segnando i minimi dal…

18 Gen 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Ue: “Iva, meno burocrazia per le pmi”

“Più flessibilità e norme comuni sull’Iva per gli Stati, agevolazioni e meno burocrazia per le pmi”. È questa l’ultima misura avanzata dalla Commissione Ue nel…

18 Gen 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Banche, Commissione europea: “In Italia ottimi progressi sugli Npl”

Tra i Paesi dell’Unione europea, l’Italia è tra quelli che hanno ottenuto i risultati migliori nella riduzione della propria quota di Npl, i crediti deteriorati.…

18 Gen 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia