Domenica 5 novembre si vota in Sicilia | T-Mag | il magazine di Tecnè

Domenica 5 novembre si vota in Sicilia

Urne aperte dalle 8 alle 22. Lo scrutinio prenderà il via lunedì 6 novembre alle 8. Chi sono i candidati, come si vota
di Redazione

Domenica 5 novembre, dalle 8 alle 22, si vota in Sicilia per il rinnovo dell’Assemblea regionale (i cui componenti da quest’anno passano da 90 a 70) ed eleggere il nuovo presidente. Sono 4 milioni 681 mila 634 gli elettori chiamati alle urne. Lo scrutinio delle schede relative alle elezioni regionali avverrà lunedì 6 novembre 2017, con inizio alle ore 8. Il presidente uscente è Rosario Crocetta, eletto nel 2012 con il centrosinistra.

I CANDIDATI
Nello Musumeci, 62 anni, di Catania, è il candidato del centrodestra, sostenuto dalle principali forze politiche (FI, Lega, FdI). L’ex presidente della Provincia di Catania, sondaggi alla mano, viene considerato il favorito.

Giancarlo Cancelleri è invece il candidato del M5S. Ha 42 anni ed è nato a Caltanissetta. Si tratta del più giovane tra i candidati alla presidenza della Regione e viene indicato quale principale sfidante di Musumeci.

Fabrizio Micari è il candidato del Pd, in quanto la sinistra (a causa delle divisioni interne) ha proposto un’altra candidatura. Micari ha 54 anni e da due anni è rettore dell’Università di Palermo.

Claudio Fava, 60 anni, di Catania, è il candidato della sinistra. È giornalista, scrittore e sceneggiatore. Fava è figlio del giornalista Pippo Fava, vittima di mafia, ucciso nel 1984.

Roberto La Rosa è il candidato del Movimento “Siciliani liberi”, che mira all’indipendenza economica della Regione. La Rosa è un avvocato 61enne di Palermo e storico indipendentista siciliano.

COME SI VOTA
Viene proclamato eletto alla carica di presidente della Regione il capolista della lista regionale che ottiene il maggior numero di voti validi. È ammesso il voto disgiunto: l’elettore può votare una lista regionale e una provinciale seppur non collegate tra loro. L’elezione dell’Assemblea regionale, invece, avviene tramite sistema proporzionale con correttivo maggioritario.

 

Scrivi una replica

News

L’agenzia Moody’s taglia il rating dell’Italia a Baa3

L’agenzia Moody’s ha tagliato il rating dell’Italia a Baa3 (da Baa2, con outlook stabile), si tratta del gradino appena sopra il livello spazzatura. La decisione…

19 Ott 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Salvini: «Il governo va avanti, però la pazienza ha un limite»

«Il governo va avanti, certo, ci mancherebbe altro. Però la pazienza ha un limite. Adesso finire come Lega in mezzo alle beghe dei Cinquestelle, no.…

19 Ott 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Conte a Mosca il 24 ottobre per incontrare Putin

«Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte sarà a Mosca il 24 ottobre e incontrerà il presidente della Federazione russa Vladimir Putin e il primo ministro…

19 Ott 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Martina: «La manovra va tutta corretta. L’Italia sta rischiando grosso»

«La manovra va corretta in modo radicale. Conte dice che la manovra è bella, ma sono senza parole: c’è un limite a tutto». Lo ha…

19 Ott 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia