Rallenta l’attività del settore terziario a ottobre | T-Mag | il magazine di Tecnè

Rallenta l’attività del settore terziario a ottobre

Le imprese dei servizi, comunque, continuano ad indicare una modesta crescita dei posti di lavoro
di Redazione

Nonostante il rallentamento delle vendite abbia comportato un ritmo più lento nella crescita dell’attività del settore terziario, le previsioni economiche delle imprese dei servizi si mantengono in territorio positivo (il 46% delle imprese stima un aumento dell’attività nei prossimi 12 mesi, con forti aspettative di aumento del volume degli ordini e dell’attività economica), toccando il valore più alto degli ultimi 21 mesi.

In particolare l’indice destagionalizzato IHS Markit – in base al quale si misura, attraverso domande rivolte alle aziende campione, l’attività del settore tra settembre e ottobre – è diminuito a 52,1 punti contro i 53,2 del mese precedente. Si tratta della terza diminuzione consecutiva dell’indice, a fronte dell’aumento record toccato in luglio.
Ma il rallentamento non ha interessato solo l’attività, anche la crescita di nuovi ordini ha registrato segni di debolezza. Come spiega la società londinese, infatti, sebbene i nuovi ordini “abbiano indicato un aumento per il trentaduesimo mese consecutivo, hanno registrato il più debole incremento da ottobre dello scorso anno“.
Del resto nel mese di ottobre anche l’Istat ha registrato un peggioramento dell’indice relativo ai giudizi sugli ordini del settore dei servizi di mercato, sceso a 11,7 punti dai 12,2 di settembre. In miglioramento, invece, le attese sugli ordini, da 7,6 a 11,2 punti, e l’indice generale, da 107,1 a 107,6.
Nonostante il rallentamento generale che ha interessato il settore, le imprese dei servizi continuato “ad indicare una modesta creazione di posti di lavoro ed è il tredicesimo mese consecutivo in cui l’indagine indica un aumento occupazionale”.

 

Scrivi una replica

News

Brexit, Bruxelles: «Londra deve chiarire le proprie intenzioni»

«Continuiamo a seguire molto da vicino il dibattito parlamentare nel Regno Unito». Lo ha detto il portavoce della Commissione europea, Margaritis Schinas, intervenendo dopo l’intervento…

22 Gen 2019 / Nessun commento / Leggi tutto »

L’antisemitismo preoccupa il 58% degli italiani

Il 58% degli italiani si dice preoccupato dall’antisemitismo. Lo rivela l’ultimo Eurobarometro presentato oggi, martedì 22 gennaio 2019, dalla Commissione europea al al museo ebraico…

22 Gen 2019 / Nessun commento / Leggi tutto »

Savona: «Parlare di manovra correttiva è una malattia mentale»

«Torna una fissazione, quella che io considero una malattia mentale e cioè che occorra fare una manovra correttiva». Lo ha detto il ministro degli Affari…

22 Gen 2019 / Nessun commento / Leggi tutto »

Bankitalia: «In calo i prestiti alle imprese»

«La domanda di prestiti da parte delle imprese registrerebbe una lieve contrazione nel primo trimestre del 2019 mentre quella da parte delle famiglie continuerebbe a…

22 Gen 2019 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia