Black Friday: dagli sconti al lavoro | T-Mag | il magazine di Tecnè

Black Friday: dagli sconti al lavoro

Un grosso giro di affari grazie a sconti e promozioni, secondo le stime. Ma la giornata diventa l'occasione per riflettere sui diritti dei lavoratori e il futuro delle attività lavorative
di Silvia Capone

Il Black Friday è la giornata dei grandi sconti di tradizione statunitense, introdotta ormai anche in Europa e in Italia, dove da qualche anno si sta diffondendo sempre più: coinvolti quest’anno 200 mila negozi di cui il 70% prolungherà le offerte per tutta la settimana fino al “Cyber Monday”, il lunedì dedicato alle promozioni dei prodotti tecnologici. Secondo il sondaggio svolto da Confesercenti e Swg in occasione del Black Friday, l’iniziativa ha coinvolto 14 milioni di italiani, per una spesa media pro capite di 108 euro e un giro d’affari totale di circa 1,5 miliardi di euro. Le stime, che fanno riferimento alle interviste fino a mercoledì, non comprendono il 23% dei commercianti che si dichiarava ancora incerto. Le motivazioni che spingono i negozianti ad aderire alla giornata sono l’opportunità di aumentare le vendite (nel 64% di casi), la risposta alle richieste dei consumatori (il 20%), mentre il 16% dei commercianti intervistati ha già partecipato lo scorso anno e ne è rimasto soddisfatto.

IL BLACK FRIDAY: DAGLI SCONTI…
Per quanto riguarda gli acquisti, il 60% degli intervistati ha affermato che sarà rivolto alla tecnologia, il 40% opterà per comprare nel settore della moda, l’8% spenderà in viaggi e il 31% altre tipologie di beni e servizi. Il Black Friday è anche un’occasione per sfruttare la rete di vendite online, infatti solo il 17% dei consumatori intervistati comprerà unicamente in un negozio fisico, il 22% abbinerà all’acquisto offline anche uno online, mentre il 48% spenderà esclusivamente in rete.

…AL LAVORO
Gli acquisti online, però, potrebbero aver risentito dello sciopero indetto proprio per oggi (24 novembre) dai dipendenti Amazon di Piacenza, stabilimento in cui sono impiegati duemila addetti a tempo indeterminato a cui si aggiungono altri duemila con contratto di somministrazione nei periodi di lavoro intenso. Tra le richieste di chi ha aderito alla mobilitazione, oltre lo stipendio maggiore di quello garantito dal salario minimo contrattuale, anche migliori condizioni di lavoro: ogni giorno per spostare i pacchi, lamentano i lavoratori, percorrono tra i 17 e i 20 km. Nello stabilimento aperto a pochi chilometri di Roma, come riferiva qualche tempo fa La Repubblica, si fa ricorso all’automazione e si utilizzano robot in grado di alzare anche 340 kg di pacchi. I robot sono affiancati comunque da dipendenti addetti al controllo e allo stoccaggio. L’automazione è in verità una prerogativa dell’azienda (oltreoceano ma anche in Europa, ade esempio a Londra) e oltre all’impiego di robot, soprattutto negli Stati Uniti, sono state sperimentate le consegne delle merci tramite droni. La “robotizzazione” di alcune mansioni altrimenti fisiche e routinarie (ma anche molto dure e faticose) pone alcuni interrogativi rispetto all’evoluzione del mondo del lavoro. Pur migliorando le condizioni degli occupati, liberati dai lavori più pesanti, l’introduzione di automi rende la presenza di molti di essi meno necessaria. Ecco allora che il Black Friday – complice in Italia lo sciopero degli addetti Amazon di Piacenza – diventa il pretesto per riflettere sul futuro delle attività lavorative. Siamo, già oggi, in grado di governare questo processo senza correre il rischio di una disoccupazione di massa? Su Galassia Lavoro abbiamo analizzato la questione in lungo e largo.

 

Scrivi una replica

News

Dombrovskis: «Il governo italiano sta andando contro gli impegni presi»

«L’Europa è costruita sulla cooperazione, l’Eurozona è costruita su stretti legami di fiducia con regole che sono le stesse per tutti, quindi se la fiducia…

23 Ott 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

La Commissione europea ha bocciato la manovra

La Commissione Ue ha rigettato il Documento programmatico di bilancio illustrato dal governo italiano e ne ha chiesto uno nuovo, che dovrà essere presentato entro…

23 Ott 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Mattarella: «Imparare la lingua italiana è una priorità per coloro che sono giunti in Italia di recente»

«Per coloro che sono giunti in Italia di recente, la lingua rappresenta il primo strumento nel cammino di integrazione. Importante e prezioso è il ruolo…

23 Ott 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Dl Fiscale, il testo è stato firmato dal presidente della Repubblica

Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha firmato il decreto fiscale. Il testo è arrivato al Quirinale dopo il via libera della Ragioneria. Tra le…

23 Ott 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia