Industria: giù fatturato e ordinativi a settembre | T-Mag | il magazine di Tecnè

Industria: giù fatturato e ordinativi a settembre

Tra gennaio e settembre il fatturato è aumentato del 4,7% rispetto allo stesso arco di tempo del 2016
di Redazione

Dopo l’aumento di due punti percentuali registrato durante il mese di agosto, a settembre il fatturato dell’industria ha registrato un nuovo calo congiunturale, che ha intaccato solo limitatamente la performance del terzo trimestre.

Ma vediamo i dati nel dettaglio: nel nono mese dell’anno il fatturato dell’industria è diminuito dell’1,2% riflettendo il -1,3% registrato sul mercato interno (+2,1% ad agosto) e il -1,2% che ha invece interessato il fatturato estero (+1,7% ad agosto).
Come già spiegato, il calo mensile ha intaccato solo lievemente l’andamento dell’intero trimestre, durate il quale l’Istat ha registrato un aumento del fatturato di 0,8 punti percentuali (+0,4% per il fatturato interno e +1,5% per quello estero).
Bene anche il confronto tendenziale: rispetto a settembre 2016 il fatturato dell’industria è aumentato del 5,2%, frutto dell’incremento di 4,6 punti percentuali rilevato sul fronte interno e del +6,3% che ha invece interessato il fatturato estero. Tra gennaio e settembre l’aumento è stato del 4,7% (+4,4% quello interno e +5,4% quello estero).
Anche per gli ordinativi le rilevazioni dell’Istituto nazionale di statistica indicano una flessione congiunturale. In questo caso il calo è dato del 3,9% (-5,8% quelli interni e -1,4% quelli esteri) e anche in questo caso la performance mensile non ha pregiudicato particolarmente il trend trimestrale: +2,4% (+1,7% quelli interni e +3,4% quelli esteri). “Nel confronto con il mese di settembre 2016 – spiega in conclusione l’Istat -, l’indice grezzo degli ordinativi segna un aumento del 4,5%”.

 

Scrivi una replica

News

Figc, Gabriele Gravina eletto presidente

Gabriele Gravina, 65 anni, è il nuovo presidente della Figc, la Federazione italiana giuoco calcio. Ha ottenuto il 97,20% delle preferenze, alla prima votazione. Era…

22 Ott 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Manovra, Tria: «Non espone a rischi la stabilità finanziaria né dell’Italia né dell’Ue»

La manovra «non espone a rischi la stabilità finanziaria dell’Italia né degli altri paesi dell’Unione europea». Lo ha scritto il ministro dell’Economia, Giovanni Tria, nella…

22 Ott 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Manovra, Conte: «Pregiudizi inaccettabili da un’istituzione come l’Ue»

«Se un commissario Ue prima di leggera la manovra e prima che arrivi la lettera dell’Ue mi dice che questa manovra verrà rigettata, io dico…

22 Ott 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Conti pubblici, nel 2017 rapporto debito-Pil al 131,2%

Nel 2017, il rapporto debito pubblico-Prodotto interno lordo si è attestato al 131,2%, in calo rispetto al 131,4% dell’anno precedente. Lo ha reso noto l’Eurostat,…

22 Ott 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia