Quanto è importante difendersi dagli attacchi informatici | T-Mag | il magazine di Tecnè

Quanto è importante difendersi dagli attacchi informatici

Tra le imprese italiane, aumenta la consapevolezza dell'importanza della gestione della sicurezza e della privacy
di Redazione

La minaccia è concreta – il numero degli attacchi informatici è cresciuto esponenzialmente, negli ultimi anni –, al punto tale da convincere sempre più imprese a dotarsi di sistemi in grado di neutralizzarla. Troppo alto il rischio di subire un attacco e i relativi danni economici.

L’ultimo Osservatorio Information Security & Privacy della School of Management del Politecnico di Milano ha quantificato il valore raggiunto nel 2017 dal mercato delle soluzioni di information security in Italia. Ecco i risultati. Secondo lo studio, il mercato ha raggiunto i 1,09 miliardi di euro, in aumento rispetto al 2016 (+12%). A investire maggiormente nella cyber sicurezza sono le imprese di dimensioni maggiori: il 78% della spesa complessiva è riconducibile alle grandi aziende.

Nel 2017 il cyber crime è costato mediamente 11,7 milioni di dollari per azienda, pari al 23% in più rispetto ai 9,5 milioni del 2016 e al 62% in più rispetto alla media dell’ultimo quinquennio.

Lo studio osserva che nelle imprese italiane sta aumentando la consapevolezza dell’importanza della gestione della sicurezza e della privacy, mentre aumentano i budget stanziati.
Un’indagine realizzata da Accenture in collaborazione con Ponemon Institute – Cost of Cyber crime study, che ha coinvolto 2.182 professionisti informatici ed esperti di sicurezza in 254 aziende sparse nel mondo – rivela che mediamente ogni impresa (specialmente quelle dei servizi finanziari e del comparto energetico) subisce 130 violazioni all’anno (+27% su base annua) con ingenti danni. Un attacco informatico, infatti, si traduce in perdite di ore lavorative, di informazioni, di ricavi e di danni alle infrastrutture.

Secondo l’Annual Cybersecurity Report 2017 della CISCO, “per le imprese che hanno subito un attacco, l’effetto è stato notevole: il 22% ha perso clienti – il 40% ha perso oltre il 20% della propria base di clienti –; il 29% ha perso fatturato – il 38% ha subito perdite per oltre il 20% delle entrate –; il 23% ha perso delle opportunità di business”.

Il cyber crimine rappresenta una minaccia per tutti. Nessuno escluso. Secondo la Polizia postale, nel 2017 sono stati condotti 1.006 attacchi contro i servizi internet relativi a siti istituzionali e infrastrutture critiche informatizzate di interesse nazionale.

 

Scrivi una replica

News

Dl Dignità, Di Maio: «La fiducia? Spero di no»

«Spero di no, però mi aspetto, e questo lo auspico, perché il Parlamento è sovrano, che ci sia un atteggiamento costruttivo sulle modifiche. Se poi…

20 Lug 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Alessandro Rivera sarà il prossimo direttore generale del Mef

Alessandro Rivera sarà il nuovo direttore generale del ministero del ministero dell’Economia. Lo riferisce l’agenzia Reuters, citando «tre fonti vicine alla situazione». Ha 47 anni…

20 Lug 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Inps, Di Maio: «Boeri? Non ho il potere di rimuoverlo»

Il presidente dell’INPS «Boeri? Io non ho il potere di rimuovere questa persona: o scade oppure resta lì». Lo ha detto il vice premier Luigi…

20 Lug 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Cdp, Fabrizio Palermo nuovo amministratore delegato

Fabrizio Palermo è il nuovo amministratore delegato di CDP, la Cassa depositi e Prestiti. Lo riferisce l’agenzia di stampa Reuters, citando «tre fonti vicine alla…

20 Lug 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia