Prezzi al consumo poco mossi a febbraio | T-Mag | il magazine di Tecnè

Prezzi al consumo poco mossi a febbraio

In Italia l'Istat prevede un aumento mensile dello 0,1% e un +0,6%. Nell'Eurozona l'inflazione annua dovrebbe esser cresciuta dell'1,2% a febbraio (stime preliminari)
di Redazione

Per il mese di febbraio 2018 le stime preliminari dell’Istat indicano un aumento dei prezzi al consumo per l’intera collettività (NIC), al lordo dei tabacchi, dello 0,1% mensile e dello 0,6% annuo, rallentando rispetto al +0,9% registrato a gennaio.

La frenata dell’inflazione – si legge nella nota diffusa dall’Istituto nazionale di statistica – si deve quasi esclusivamente alle componenti più volatili e in particolare al calo dei prezzi degli Alimentari non lavorati, per i quali si rileva un -3,2%, dopo il +0,4% del mese precedente. Risulta in rallentamento rispetto a gennaio anche la crescita dei prezzi dei Beni energetici, specie per quelli regolamentati passati dalla crescita di 6,4 punti di gennaio ad un +5,2%.
L’inflazione di fondo (al netto quindi degli energetici e degli alimentari freschi) sale dello 0,1% (+0,7% da +0,6% di gennaio), mentre quella al netto dei soli Beni energetici si attesta a +0,3% (contro il +0,6% registrato nel mese precedente).
Rispetto a gennaio l’aumento annuo dei prezzi dei beni ha registrato un rallentamento al+0,5% dal +1,3% , mentre per i servizi l’indice riporta una lieve accelerazione (+0,8% da +0,6%). L’inflazione acquisita fin qui per il 2018 è pari a +0,5%, mentre il dato di “fondo” riporta un più esiguo +0,1%.
Nell’Eurozona, invece, l’inflazione annua dovrebbe esser cresciuta dell’1,2% a febbraio 2018, in rallentamento rispetto al +1,3% di gennaio 2018. Anche in questo caso si tratta però di una stima preliminare. Secondo l’Eurostat, l’energia potrebbe aver raggiunto il tasso annuo più elevato rispetto alle altre componenti (+2,1%), seguito dai servizi (+1,3%), cibo, alcol e tabacco (+1,1%) e beni industriali non energetici (+0,7%).

 

Scrivi una replica

News

Vietnam, è morto il presidente Tran Dai Quang a causa di una malattia

Il presidente vietnamita, Tran Dai Quand, è morto a causa di una malattia. Era stato eletto presidente nell’aprile del 2006.…

21 Set 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Petrolio: Wti a a 70,2 dollari al barile e Brent a 78,73 dollari

All’avvio dei mercati asiatici il greggio Wti stato scambiato a 70,2 dollari al barile mentre il Brent è stato scambiato a 78,73 dollari…

21 Set 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Titoli di Stato: spread Btp/Bund a 240 punti

All’avvio dei mercati finanziari lo spread tra Btp e Bund si è attestato a quota 240 punti.…

21 Set 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Pensioni, Di Maio: «L’Ocse non deve intromettersi nelle scelte di un Paese sovrano»

«L’OCSE non deve intromettersi nelle scelte di un Paese sovrano che il governo democraticamente legittimato sta portando avanti. Il superamento della legge Fornero è nel…

20 Set 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia