Istruzione e formazione, l’Italia è sotto la media europea in molti indicatori | T-Mag | il magazine di Tecnè

Istruzione e formazione, l’Italia è sotto la media europea in molti indicatori

Al contrario di altri paesi, quali Francia e Germania. L'alta percentuale di NEET appare il problema più gravoso
di Redazione

Nel 2017 la quota dei giovani italiani di età compresa tra i 18 e i 24 anni che hanno abbandonato gli studi (istruzione e formazione) si attesta al 14%, contro la media europea del 10%. E ancora: la quota di NEET (giovani tra i 15 e i 29 anni che non sono occupati né impegnati in un percoso di formazione o studio) è al 24,3%, quando in Europa si colloca – nello stesso periodo di riferimento, che in questo caso è il 2016 – al 14,2%. E, come se non fosse già abbastanza, siamo indietro rispetto alla media europea in termini percentuali per persone (30-34 anni) con istruzione terziaria, per tasso di occupazione tra i giovani laureati (20-34 anni) e partecipazione degli adulti (25-64) in offerte formative.

I dati dell’Eurostat si collocano all’interno del monitoraggio dell’SDG 4, che riguarda la qualità dell’istruzione (in particolare osserva progressi compiuti nel promuovere e aumentare l’istruzione di base, l’istruzione terziaria e la formazione degli adulti). Il confronto con i principali partner europei – Francia e Germania – appare quasi impietoso, con i due paesi che in diversi indicatori si piazzano al di sopra della media europea o, in esigui casi, poco al di sotto. L’alta percentuale di NEET appare il problema più gravoso, considerato che al pari degli abbandoni scolastici e il numero di laureati ci posiziona nelle ultime posizione nell’UE.

 

Scrivi una replica

News

Regno Unito, Stephen Paul Barclay nominato ministro per la Brexit

Stephen Paul Barclay, 46 anni, è stato nominato ministro per la Brexit del Regno Unito. Barclay succede a Dominic Raab, dimessosi giovedì, poche ore dopo…

16 Nov 2018 / 1 Commento / Leggi tutto »

Asi, Piero Benvenuti nominato commissario straordinario dell’ente

Il decreto di commissariamento dell’ASI, l’Agenzia Spaziale Italiana, che nomina l’astrofisico Piero Benvenuti come commissario straordinario dell’ente, succedendo all’ex presidente Roberto Battiston, e come sub…

16 Nov 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Germania, il 19 gennaio Horst Seehofer lascerà la guida della Csu

Il ministro dell’Interno tedesco, Horst Seehofer, lascerà la guida della CSU – l’Unione Cristiano-Sociale in Baviera, il partito fratello della CDU -, il 19 gennaio,…

16 Nov 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Eurozona, ad ottobre inflazione in crescita al 2,2%

Ad ottobre 2018, l’inflazione nell’Eurozona è cresciuta al 2,2%, in aumento dello 0,1% rispetto a settembre. Lo rende noto l’Eurostat, l’Ufficio statistico dell’Unione europea, confermando,…

16 Nov 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia