Istat: “L’inflazione acquisita per il 2018 è pari a +0,7%” | T-Mag | il magazine di Tecnè

Istat: “L’inflazione acquisita per il 2018 è pari a +0,7%”

“A marzo 2018, l’indice nazionale dei prezzi al consumo per l’intera collettività (NIC), al lordo dei tabacchi, aumenta dello 0,3% su base mensile e dello 0,8% su base annua (da +0,5% di febbraio). La stima preliminare era +0,9%. La ripresa dell’inflazione si deve principalmente all’ampia riduzione della flessione degli Alimentari non lavorati (-0,4% da -3,2%), alla quale si aggiunge l’accelerazione della crescita dei prezzi dei Tabacchi (+2,2% da +0,3%) e dei Servizi relativi ai trasporti (+2,5% da +1,9%). Con il rallentamento della crescita dei prezzi dei Beni energetici (+3,0% da +3,7%), soprattutto di quelli non regolamentati (+1,1% da +2,1%), l'”inflazione di fondo”, al netto degli energetici e degli alimentari freschi, sale di un solo decimo di punto (+0,7% da +0,6%) mentre quella al netto dei soli Beni energetici si porta a +0,5%, da +0,2% di febbraio. L’aumento su base mensile dell’indice generale è dovuto principalmente al rialzo dei prezzi dei Tabacchi (+1,8%) e dei Servizi relativi ai trasporti (+1,7%). Su base annua accelera la crescita dei prezzi dei beni (+0,7%, da +0,3% di febbraio) come pure quella dei servizi, sebbene in misura più contenuta (+0,9% da +0,8%). Di conseguenza, il differenziale inflazionistico tra servizi e beni resta positivo a +0,2 punti percentuali (era +0,5 ai febbraio). L’inflazione acquisita per il 2018 è pari a +0,7% per l’indice generale e +0,2% per la componente di fondo. I prezzi dei beni alimentari, per la cura della casa e della persona aumentano dello 0,1% su base mensile e dello 0,4% su base annua, invertendo la tendenza da -0,6% di febbraio. I prezzi dei prodotti ad alta frequenza di acquisto salgono dello 0,1% in termini congiunturali e dello 0,8% in termini tendenziali (in accelerazione da +0,3% del mese precedente). L’indice armonizzato dei prezzi al consumo (IPCA) aumenta del 2,3% su base congiunturale e dello 0,9% su base annua (da +0,5% di febbraio). La stima preliminare era +1,1%. Il marcato rialzo congiunturale è in larga parte dovuto alla fine dei saldi invernali di abbigliamento e calzature, di cui il NIC non tiene conto”. Lo ha reso noto l’Istat in un comunicato sul proprio sito.

 

Scrivi una replica

News

Commercio, Ue: «Dal 22 giugno in vigore contromisure ai dazi Usa»

«La Commissione europea ha adottato oggi il regolamento che istituisce le contromisure dell’Ue in risposta ai dazi statunitensi su acciaio e alluminio. Le misure riguarderanno…

20 Giu 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Migranti, per la prima volta dal 2011 flussi migratori verso i Paesi Ocse in calo

«Per la prima volta dal 2011, i flussi migratori verso i Paesi dell’OCSE sono in leggera diminuzione, con l’ingresso di circa 5 milioni di migranti…

20 Giu 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Onu, gli Stati Uniti si sono ritirati dall’UNHCR

Gli Stati Uniti hanno abbandonato l’UNHCR, il Consiglio dei Diritti Umani dell’Organizzazione delle Nazioni Unite. Lo ha annunciato l’ambasciatrice americana all’Onu, Nikki Haley. Gli Usa…

20 Giu 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Alitalia, via libero definitivo della Camera al decreto

L’Aula della Camera dei deputati ha dato il via libera definitivo al decreto legge Alitalia. I voti a favore sono stati 512, nessuno contrario. Trenta…

20 Giu 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia