Il gioco d’azzardo coinvolge sempre più persone | T-Mag | il magazine di Tecnè

Il gioco d’azzardo coinvolge sempre più persone

Secondo un recente studio i giocatori cosiddetti problematici sono quadruplicati negli ultimi dieci anni
di Silvia Capone

Secondo i nuovi dati IPSAD ed ESPAD elaborati dall’Istituto di fisiologia clinica del Cnr di Pisa, gli italiani che nel 2017 hanno giocato almeno una volta sono 17 milioni, il 42,8%, numero in crescita rispetto ai 10 milioni del 2014. L’aumento coinvolge anche i giocatori problematici – ovvero coloro che sono maggiormente a rischio di sviluppare una patologia, e sembrano esserne più esposti coloro che sono in cerca di prima occupazione e gli studenti – quadruplicati negli ultimi dieci anni, dai 100.000 stimati nel 2007, fino ai 400.000 rilevati nel 2017 che corrispondono al 2,4% dei giocatori totali.

In generale i giocatori sono perlopiù uomini, il 51,1% degli italiani contro una percentuale del 34,4% di giocatrici. In controtendenza con il complessivo dato in crescita, è invece il numero di giovani giocatori, quelli di età compresa tra i 15 e i 19 anni nonostante per la maggior parte di essi sia illegale, di circa 400 mila unità rispetto al 2009, con il numero di giocatori che si ferma a un milione. Contestualmente sono diminuiti anche i giovani problematici che passano dall’8,7% dei giocatori del 2009 ai 7,1% del 2017, in particolare nel Nord Italia, mentre nelle regioni del Sud viene registrato un aumento.

Secondo lo studio il gioco più diffuso tra gli adulti a rischio riguarda le scommesse sportive, scelte da oltre il 72% dei giocatori, a cui segue il Gratta e Vinci e il Superenalotto, rispettivamente 67,5% e 43,6%. Simili le preferenze dei giovani giocatori problematici tra i quali spiccano le scommesse sportive, 78,3%, i Gratta e Vinci e altri giochi con le carte. Per i giocatori “occasionali” le scelte sono le stesse anche se in ordine diverso: per gli adulti infatti la classifica vede Gratta e Vinci, Lotto e scommesse sportive, mentre per i giovani il gioco più diffuso è il Gratta e Vinci, soprattutto per la componente femminile – il 58,9% degli studenti contro il 75,5% delle giocatrici -, al secondo posto le scommesse sportive, per cui la connotazione è opposta (66,9% dei ragazzi contro il 16,8% delle ragazze).

Per quel che riguarda l’aspetto economico, meno del 64% dei giocatori non spende più di 10 euro al mese, mentre tra coloro che hanno un profilo problematico il 50% circa ammette di dedicare una spesa inferiore ai 50 euro, il 37% spende fra i 50€ e i 200 euro, il 14,9% più di 200. Dai dati che emergono dallo studio, risulta elevata la convinzione che con il gioco d’azzardo si possa diventare ricchi. Per il 39% dei giocatori con il gioco d’azzardo è possibile se si hanno buone abilità, ma preoccupa maggiormente che il 36% dei giocatori con profilo problematico credono che le proprie capacità siano determinanti anche nelle scommesse. Mentre tra i giovani il 51% circa pensa sia possibile diventare ricchi, in particolar modo le percentuali variano dal 61,5% per il poker texano al 36,3% per le scommesse sportive, dal 16,7% per il Bingo fino all’11,5% per le slot machine. La convinzione però deve però fare i conti con la realtà, infatti alla domanda “nell’ultimo anno con il gioco sei andato in rosso, in pari o in attivo?” il 40,1% ammette di aver perso, il 48% dichiara di essere in pari e solo l’11,9% di aver vinto.

 

Scrivi una replica

News

Commercio, a giugno export dei prodotti industriali in crescita

«A giugno 2018 si stima una crescita congiunturale per le esportazioni (+4,6%) e un più contenuto aumento per le importazioni (+0,3%). Il sostenuto incremento congiunturale…

10 Ago 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Regno Unito, nel secondo trimestre Pil in crescita dello 0,4% su base mensile

Nel secondo trimestre 2018, il Prodotto interno lordo del Regno Unito è cresciuto dello 0,4% su base mensile. Lo rende noto l’Office for Nationals Statistics,…

10 Ago 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Giappone, Pil in crescita dello 0,5% nel secondo trimestre

Il Pil del Giappone nel secondo trimestre del 2018 ha registrato una crescita dello 0,5% su base trimestrale e dell’1,9% su base annuale. I dati…

10 Ago 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Trump: «Usa raddoppia dazi su metalli della Turchia, passando dal 10 al 20%»

«Ho appena autorizzato un raddoppio dei dazi sull’acciaio e l’alluminio della Turchia in quanto la loro valuta, la lira turca, è in rapido calo nei…

10 Ago 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia