Trump con Kim? Meglio di Obama con l’Iran, secondo gli americani | T-Mag | il magazine di Tecnè

Trump con Kim? Meglio di Obama con l’Iran, secondo gli americani

I colloqui diretti con la Nord Corea sembrano mettere d'accordo tanto i repubblicani quanto i democratici. Tuttavia, la maggior parte degli americani non crede che Pyongyang sia realmente intenzionata ad affrontare la questione nucleare
di Redazione

Il 12 giugno 2018, a Singapore, per la prima volta nella storia un presidente americano incontrerà il leader nordcoreano. Il faccia a faccia che vedrà uno dinanzi all’altro Donald Trump e Kim Jong-un si può già considerare, per lunghi tratti almeno, un evento di portata storica. E i negoziati tra i due paesi per trovare una soluzione alla crisi dei mesi passati sembrano ormai convincere trasversalmente i cittadini americani, repubblicani e democratici, molto più di quanto avvenne nel 2015 quando l’amministrazione Obama era alle prese con Teheran per un accordo sul programma nucleare iraniano.

Da un’indagine condotta dal Pew Research Center, emerge dunque che circa sette americani su dieci (71%) approvano i colloqui con la Corea del Nord, mentre appena il 21% disapprova. Per dare l’idea nel confronto diretto con la precedente amministrazione, nel marzo del 2015, poco prima che fosse raggiunto l’accordo sul programma nucleare, solo circa la metà degli intervistati (49%) sosteneva i negoziati diretti con l’Iran. Il dato, all’epoca, risultava in calo dal 63% del 2009, primo anno di Barack Obama alla Casa Bianca. Se per quanti si dichiarano repubblicani ciò è vero a maggior ragione (i contatti diretti con Teheran venivano largamente approvati nel 2009 e nel 2006 durante l’amministrazione Bush, ma non nel 2015 alla vigilia dell’intesa), per i democratici la quota di approvazione è più o meno la stessa in tutti i casi analizzati: il 63% attualmente approva i colloqui con la Corea del Nord, mentre il 64% e il 60% giudicava positivamente i negoziati con l’Iran rispettivamente nel 2009 e nel 2015.

C’è un altro elemento ad accomunare oggi le convinzioni degli americani, repubblicani e democratici, favorevoli o contrari ai colloqui con la Corea del Nord. Dall’indagine, infatti, emerge un sostenuto scetticismo rispetto alle reali intenzioni delle autorità di Pyongyang, nel timore cioè che quest’ultime non siano seriamente intenzionate a dare risposte concrete alle preoccupazioni sul suo programma nucleare.

Complessivamente, è il 49% (50% dei repubblicani e 49% dei democratici) a pensarla in questo modo, mentre il 38% sostiene che i leader della Corea del Nord siano davvero propensi ad affrontare tali preoccupazioni. E se la maggioranza tra coloro che disapprovano i colloqui diretti tra Stati Uniti e Corea del Nord (il 60%) afferma che Pyongyang non è seria nell’affrontare la questione nucleare, quest’ultima possibilità mette d’accordo quasi la metà di quelli che invece li approvano (il 47%).

 

Scrivi una replica

News

Alimentare, cresce il “Made in Italy”

Secondo l’analisi del Centro Studi CoMar, «le società italiane del settore alimentare-bevande sono, sempre più, un punto di forza dell’economia Italiana: sono 227 le aziende…

11 Dic 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Istat: «Stipendio medio cala a 13,9 euro all’ora»

«La retribuzione oraria media delle posizioni lavorative riferite ai dipendenti del settore privato (misurata dal registro statistico RACLI) è stata di 13,80 euro nel 2014,…

11 Dic 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Tria: «Reddito e pensioni restano»

«Reddito di cittadinanza e pensioni restano ma le misure tecnicamente richiederanno qualche mese per essere realizzate. La manovra non verrà rivoluzionata. La manovra non verà…

11 Dic 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Brexit, Ue: «Contrari alla riapertura dei negoziati»

«Ci sono stati lunghi negoziati per questa intesa sulla Brexit, sulle possibili relazioni future, e sulla questione dei confini irlandesi. Quella sul tavolo è la…

11 Dic 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia