Imprese, Boccia: «Un errore chiederle di pagare alcuni costi sociali» | T-Mag | il magazine di Tecnè

Imprese, Boccia: «Un errore chiederle di pagare alcuni costi sociali»

Un «errore». Lo ha detto il presidente di Confindustria, Vincenzo Boccia, replicando, a margine dell’assemblea di Federchimica, a una domanda sull’ipotesi avanzata dal ministro dello Sviluppo economico, Luigi Di Maio, di far pagare alle imprese alcuni costi sociali. «Abbiamo un problema importante nel Paese, il 60% di imprese sono ancora in una fase di transizione. Se carichiamo di costi le imprese, che sono il grande valore del Paese, visto che siamo la seconda manifattura d’Europa, facciamo un errore da qualsiasi parte arrivi la dimensione di tassazione», ha osservato.

 

Scrivi una replica

News

Eurozona, Draghi: «Economia più debole del previsto, stimolo significativo ancora necessario»

«A dicembre abbiamo deciso di mettere fine» al Quantitative easing, «fiduciosi che la convergenza dell’inflazione verso l’obiettivo sarebbe progredita». Contemporaneamente «i recenti sviluppi economici sono…

15 Gen 2019 / Nessun commento / Leggi tutto »

Eurozona, Juncker: «Durante la crisi del debito c’è stata dell’austerità avventata»

Durante la crisi del debito «c’è stata dell’austerità avventata, ma non perché volevamo sanzionare chi lavora e chi è disoccupato: le riforme strutturali restano essenziali».…

15 Gen 2019 / Nessun commento / Leggi tutto »

Istat: permessi di costruire in calo nel secondo trimestre del 2018 (-2% congiunturale)

Nel secondo trimestre del 2018 si stima che i permessi di costruire relativi al comparto residenziale registrino, al netto della stagionalità, una diminuzione congiunturale del…

15 Gen 2019 / Nessun commento / Leggi tutto »

Ecotassa, Manley (FCA): «Il piano di investimenti va rivisto»

Parlando dal salone dell’auto di Detroit, l’amministratore delegato del gruppo FCA Mike Manley, ha avvertito che, alla luce del nuovo regolamento introdotto dal governo italiano…

15 Gen 2019 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia