Malattie mentali, costi sociali ed economici | T-Mag | il magazine di Tecnè

Malattie mentali, costi sociali ed economici

La giornata mondiale della salute mentale, che l’Oms celebra il 10 ottobre, è dedicata quest'anno al tema dei giovani e degli adolescenti
di Redazione

Quest’anno la giornata mondiale della salute mentale, indetta per domani dall’Organizzazione mondiale della sanità, sarà dedicata al tema dei giovani e degli adolescenti. L’Oms, infatti, sottolinea che la metà delle malattie mentali degli adulti nasce verso i 14 anni e quindi i sintomi si manifestano proprio durante l’adolescenza, anche se spesso queste non vengono riconosciute e curate.

Il disturbo che maggiormente affligge quest’età è la depressione, ed in particolar modo per l’Italia, secondo i dati Istat il 10% dei giovani tra i 12 e i 25 anni si dichiara insoddisfatto delle relazioni familiari e affettive. La percezione della propria vita e lo scatenarsi di disturbi mentali è anche collegato all’abuso sempre più precoce di alcol e droghe: il disturbo bipolare, i cui primi episodi di verificano nel 40% dei casi oggi fra il 15 e i 19 anni, è in parte correlata all’uso di psicostimolanti, mentre l’utilizzo di cannabis aumenta di 3 volte il rischio di sviluppare la schizofrenia, nei soggetti già predisposti.

La capacità delle sostanze stupefacenti di scatenare i disturbi già latenti è ormai nota, anche se oggi si fa sempre più attenzione alle nuove tecnologie, ovvero ai rischi connessi all’iper-connessione per i nativi digitali. Essendo per l’Oms il secondo tipo di malattie più diffuse al mondo, i disturbi mentali sono trasversali a tutte le fasce d’età: in generale solo in Italia 17 milioni di persone soffrono di disturbi mentali, e secondo i dati dell’Organizzazione mondiale, in Europa si arriverebbe al 38% della popolazione affetta. I disturbi psichici rappresentano il 30% di tutte le disabilità e hanno un impatto pesante sulla quantità di vita e sulla sua qualità con ovvie conseguenze sul piano affettivo e sulle capacità relazionali.

Oltre alle ripercussioni personali, le differenti tipologie di malattia mentale hanno effetti anche sulla sfera socio-economica, infatti in Europa l’impatto economico dei disturbi psichici raggiunge i 789 miliardi di euro, suddivisi in costi diretti, quindi quelli medico sanitari che rappresentano il 37% del totale e il 23% di costi diretti non inerenti all’ambito medico, a cui si deve aggiungere una sezione indiretta data dalla mortalità prematura, e dalla perdita di produttività che spesso consegue malattie di questo genere.

 

Scrivi una replica

News

Manovra, incontro Juncker-Conte in programma per mercoledì

Il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, incontrerà quello della Commissione europea, Jean-Claude Juncker, per discutere della manovra italiana, mercoledì 12 dicembre, a Bruxelles. Lo ha…

10 Dic 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Migranti, sono 164 i Paesi che hanno aderito al Global compact for Migration

Sono 164 i Paesi che hanno aderito per acclamazione, durante il vertice di Marrakech, al Global compact for Migration, il patto dell’Organizzazione delle Nazioni Unite…

10 Dic 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Brexit, Bruxelles: «L’accordo raggiunto non rinegoziabile»

«Il nostro assunto di lavoro resta che la Gran Bretagna lascerà l’Ue il 29 marzo 2019» e che l’accordo raggiunto sia «l’unico possibile», «non rinegoziabile»,…

10 Dic 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Brexit, May annuncia alla Camera dei Comuni il rinvio del voto sull’accordo

«Se il voto fosse andato avanti, sarebbe stato bocciato con ampio margine». Lo ha detto la premier britannica, Theresa May, motivando il rinvio del voto…

10 Dic 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia