Gli scenari politici ed economici, il sondaggio Tecnè | T-Mag | il magazine di Tecnè

Gli scenari politici ed economici, il sondaggio Tecnè

Rispetto ad un mese fa si registra un aumento dei consensi per la Lega e una diminuzione per il M5S. La bocciatura della manovra da parte dell'UE preoccupa gli italiani: il sondaggio Tecnè per Tgcom24
di Redazione

Lega e M5S continuano ad essere saldamente le prime forze politiche, ma rispetto ad un mese fa si registra la crescita del partito guidato da Matteo Salvini e un calo per i cinquestelle. La Lega, infatti, si attesta al 32% dal 30,9% di un mese fa; il M5S scende dal 27,5% al 25,8%. È quanto emerge dall’ultimo sondaggio dell’istituto di ricerca Tecnè diffuso il 24 novembre 2018 per Tgcom24. Il sondaggio è stato condotto il 23 novembre (hanno dichiarato il voto il 59%, mentre l’area dell’astensione/indecisi si attesta al 41%). Resta distanziato, nonostante la crescita dei consensi, il Partito democratico, che si attesta al 18%. Anche Forza Italia vede aumentare i propri consensi, passando all’11,3%. Stabile invece Fratelli d’Italia a 4% (altri partiti al 7,5%).

La bocciatura della manovra da parte dell’UE, preoccupa la maggior parte – il 62% – degli intervistati da Tecnè, in quanto «l’Italia rischia l’isolamento, sarebbe stato meglio cercare una mediazione». È il 37%, al contrario, a non dichiarsi preoccupato, ritenendo la decisione dell’UE «un’ingerenza politica della Commissione europea rispetto alle scelte dell’Italia». Non sa l’1%.

Per quanto riguarda gli andamenti di mercati e spread, un maggior grado di informazione sul tema ha fatto registrare rispetto ad un mese fa la crescita della platea (la quota di chi afferma di non avere al riguardo un’opinione è scesa in un mese dal 12 al 3%) sia tra quanti si dicono preoccupati sia tra quanti si dichiarano del parere opposto. I preoccupati dalla situazione rappresentano comunque la maggioranza (oggi il 59% dal 55% di un mese fa, perché si teme «che ci possa essere una nuova crisi finanziaria»), mentre coloro che affermano di non essere preoccupati (perché «ritengono che l’Italia non corra rischi, non ci saranno ricadute negative») sono il 38%, in aumento dal 33% del mese scorso.

Diminuiscono i giudizi positivi e aumentano i giudizi negativi sulla manovra economica. I primi calano al 38% dal 40% di un mese fa (chi esprime un parere positivo ritiene che la manovra riduca le disuguaglianze e dia impulso alla crescita economica), i secondi passano dal 49% al 52% («fa crescere il debito, spaventa gli investitori, è “assistenziale”»). Dichiara di non avere un’opinione il 10%.

NOTA METODOLOGICA
Campione rappresentativo della popolazione maggiorenne residente in Italia, articolato per sesso, età, area geografica.
Estensione territoriale: intero territorio nazionale
Numerosità del campione: 800 casi [totale contatti 3.812 (100%) – rispondenti 800 (21%) – rifiuti/sostituzioni 3.012 (79%)]
Metodo di rilevazione: CATI-CAMI-CAWI
Margine di errore: +/- 3,5% (sui risultati a livello dell’intero campione)
Data di effettuazione delle interviste: 23 novembre 2018
Committente: RTI
Soggetto che ha realizzato il sondaggio: Tecnè S.r.l.
Il documento completo è disponibile sul sito: sondaggipoliticoelettorali.it

 

1 Commento per “Gli scenari politici ed economici, il sondaggio Tecnè”

  1. […] Sono state sondate le intenzioni di voto in eventuali elezioni politiche nazionali. Potete consultare l’articolo originale del sondaggio cliccando qui. […]

Scrivi una replica

News

Istat: «Inflazione rivista al ribasso all’1.6% a novembre»

«Nel mese di novembre 2018, si stima che l’indice nazionale dei prezzi al consumo per l’intera collettività (NIC), al lordo dei tabacchi, diminuisca dello 0,2%…

14 Dic 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Avvocato Battisti: «Irreperibile da giovedì»

L’avvocato di Cesare Battisti, Igor Sant’Anna Tamasauska, ha rivelato all’Ansa che il suo assistito è irreperibile dalla giornata di giovedì 13 dicembre.…

14 Dic 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Stati Uniti, nel 2017 40mila morti per arma da fuoco

Secondo il Centers for Disease Control and Prevention, nel 2017 ci sono stati 40mila morti per arma da fuoco. Il dato è il più alto…

14 Dic 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »

Cina: «Stop di 3 mesi a dazi su auto provenienti dagli Usa»

«La Cina ha deciso di sospendere per tre mesi, dal primo gennaio al 31 marzo 2019, l’applicazione dei dazi aggiuntivi dal 15% al 40%, sulle…

14 Dic 2018 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia