Corea del Nord, Pyongyang: «La figlia dell’ambasciatore voleva tornare. Nessun caso politico» | T-Mag | il magazine di Tecnè

Corea del Nord, Pyongyang: «La figlia dell’ambasciatore voleva tornare. Nessun caso politico»

«L’ex ambasciatore nordcoreano Jo Song Gil non aveva alcun motivo politico per disertare. E sua figlia odiava i genitori perché la lasciavano a casa da sola e voleva tornare a Pyongyang dai nonni, dove è ora e sta bene anche se sottoposta a cure». Lo ha detto Kim Chon, successore di Ko all’ambasciata coreana in Italia, in una lettera al presidente dell’unione interparlamentare Italia-Nord Corea, negando la tesi del rapimento rilanciata dalla Corea del Sud, per «ostacolare i rapporti con l’Italia».

 

Scrivi una replica

News

Ucraina si autosospende da Consiglio d’Europa

Dopo la decisione di riammettere la Russia al Consiglio d’Europa, la delegazione ucraina all’Assemblea parlamentare, ha deciso d’interrompere la partecipazione ai lavori dell’assemblea. Al Presidente…

25 Giu 2019 / Nessun commento / Leggi tutto »

Nato: «Situazione Iran preoccupa»

«Preoccupa la situazione nel Golfo e le attività destabilizzanti dell’Iran, ma anche il suo programma missilistico e le attività sul nucleare». Lo ha affermato Jens…

25 Giu 2019 / Nessun commento / Leggi tutto »

Rohani: «Casa Bianca afflitta da ritardi mentali»

«La Casa Bianca è afflitta da ritardo mentale». Lo ha detto il presidente iraniano Hassan Rohani, parlando in diretta tv in seguito alle nuove sanzioni…

25 Giu 2019 / Nessun commento / Leggi tutto »

Tria: «Tra i nostri obiettivi c’è il taglio delle tasse»

«Il taglio delle tasse certamente fa parte dei nostri obiettivi. L’aumento dell’Iva dall’anno prossimo fa parte dell’attuale legge dello stato. Stiamo lavorando per evitarlo». Lo…

25 Giu 2019 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia