Sensecam, l’occhio della memoria | T-Mag | il magazine di Tecnè

Sensecam, l’occhio della memoria

di Francesca Pucci

Chi di noi almeno una volta nella vita non ha avuto paura di dimenticare? Chi di noi non ha mai avuto il timore che i ricordi svanissero nel nulla, quei ricordi che tanto ci aiutano a vivere meglio.
Nel film “Memento” di Christofer Nolan, il protagonista colpito dalla perdita della memoria a breve termine usava la Polaroid per salvare almeno qualche scena dalla propria malattia che cancellava ogni ricordo costringendolo a ripartire da capo. Una corsa contro il tempo, contro il mostro che cancella attimi di vita.
In modo più scientifico Claire, una donna inglese con fortissimi problemi di memoria causati da un trauma, utilizza la tecnologia per integrare i propri ricordi. L’occhio della sua memoria è la sensecam, una fotocamera sviluppata al centro Microsoft a Cambridge proprio per i pazienti con forme particolarmente gravi di amnesia. Sensecam è molto leggera e si appende al collo proprio come un portaocchiali, può scattare a intervalli regolari o attivarsi quando cambia la luce, quando ci si muove e persino con il calore del corpo. Il risultato è un diario visivo della vita di chi la indossa: migliaia di immagini che riproducono le scene che ha visto, i luoghi che ha visitato e le persone che ha incontrato. Immagini da scaricare sul proprio pc a fine giornata e riguardare insieme alle informazioni sul giorno e l’ora in cui sono state scattate per rafforzare i ricordi. Claire, in modo simile al protagonista di Memento, non trattiene ricordi per più di qualche minuto, tanto che a volte non riconosce nemmeno la propria immagine allo specchio. Naturalmente, rivedere il materiale registrato dalla Sensecam, attività cui dedica almeno un’ora al giorno, non cura la sua malattia, ma le offre quel senso di appartenenza che altrimenti non avrebbe. Clair continuerà a non ricordare di essere stata in un posto, ma almeno così saprà di esserci stata. Per ora la Sensecam è sul mercato solo come dispositivo medico, ma magari un giorno diventerà una sorta di diario visivo per ognuno di noi: l’accessorio perfetto da regalare a Natale.

 

Scrivi una replica

News

Germania, l’addio di Merkel: «Provo innanzitutto gratitudine»

Angela Merkel ha “salutato” la Germania. «Oggi provo innanzitutto gratitudine e umiltà di fronte all’incarico che così a lungo ho tenuto», ha detto alla cerimonia…

3 Dic 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, Oms: «Ancora nessun decesso per Omicron»

Secondo l’Oms al momento non si hanno informazioni su eventuali decessi legati alla nuova variante Omicron del Covid. Lo ha sottolineato oggi un portavoce dell’agenzia…

3 Dic 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Stati Uniti, ok a provvedimento che evita lo shutdown

Il Congresso americano ha approvato il provvedimento che evita lo shutdown e finanzia il governo fino a febbraio. Dopo la Camera (che aveva approvato in…

3 Dic 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Istat: “Nel 2021 si prevede un aumento del Pil pari al 6,3% e nel 2022 del 4,7%”

“Nel biennio 2021-2022 si prevede una crescita sostenuta del Pil italiano (+6,3% quest’anno e +4,7% il prossimo). L’aumento del Pil sarà determinato prevalentemente dal contributo della…

3 Dic 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia