Nuova direttiva europea, e-commerce a rischio? | T-Mag | il magazine di Tecnè

Nuova direttiva europea, e-commerce a rischio?

La nuova direttiva europea sui Diritti dei consumatori, se approvata, andrà a discapito di coloro che amano fare acquisti online, denunciano le tre principali associazioni europee del commercio (la francese Fevad, l’inglese Imrg e l’italiana Netcomm). Questo perché la nuova direttiva introduce l’obbligo di consegnare le merci in tutti i 27 paesi dell’Unione europea, causando inevitabili incrementi di costi dovuti ai trasporti. Gli incrementi previsti riguardano un +10 miliardi di euro (passando dai 5,7 miliardi di euro per i trasporti dell’e-commerce europeo ai 15,6 miliardi). Tale situazione, sostengono le associazioni di categoria, comporterebbe uno scoraggiamento da parte dei consumatori di acquistare online e inoltre molte piccole aziende non in grado di sostenere la direttiva si vedrebbero costrette a chiudere o molte start up a non prendere più forma. La nuova direttiva andrebbe a sostituire la direttiva Ue n. 31 del 2000, in Italia recepita attraverso il decreto legislativo n. 70 del 9 aprile 2003.

 

Scrivi una replica

News

Coronavirus, finisce il lockdown a Melbourne. E’ stato il più lungo al mondo

Finisce il lockdown a Melbourne. E’ stato il più lungo al mondo dall’inizio della pandemia di coronavirus. Infatti, la città ha trascorso 262 giorni in…

21 Ott 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Visco: “La ripresa è dipendente dal sostegno pubblico”

“Il quadro di ripresa economica, che vede quest’anno una crescita superiore al previsto attorno al 6% e un debito/Pil in riduzione, è uno scenario che…

21 Ott 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Giornata del Risparmio, Mattarella: “Il risparmio delle famiglie contribuirà alla ripartenza”

La giornata del Risparmio è caratterizzata, quest’anno da una ripresa dei ritmi produttivi e dei consumi delle famiglie, alle quali è associata una ripresa degli…

21 Ott 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Petrolio: Wti a 82,24 dollari al barile e Brent a 85,46 dollari

All’avvio dei mercati asiatici il greggio texano Wti è stato scambiato a 83,24 dollari al barile mentre il Brent a 85,46 dollari.…

21 Ott 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia