Paola Concia: l’impegno contro l’omofobia | T-Mag | il magazine di Tecnè

Paola Concia: l’impegno contro l’omofobia

PARLA PAOLA CONCIA | di Fabio Germani
di Fabio Germani

Neppure lei si aspettava un clamore simile. Anche perché, come ci ha confermato, ha raccontato lo spiacevole incontro esclusivamente sulla sua pagina Facebook. “Io non ho diramato un comunicato ufficiale sull’accaduto – spiega a T-Mag la deputata del Pd, Anna Paola Concia –. Gestisco due pagine Facebook, che curo assiduamente. Perciò ho agito come sempre, scrivendo quanto è successo mercoledì a me e alla mia compagna. Non mi aspettavo tutte queste reazioni dal mondo politico, evidentemente la mia pagina viene piuttosto letta”.
Facciamo un passo indietro. Mercoledì pomeriggio, Anna Paola Concia chiedeva ai suoi “amici” di Facebook: “Secondo voi sono troppo vecchia per andare a vedere il concerto di Patty Smith e Carmen Consoli oggi a Roma?”. Le due artiste, infatti, avevano in programma un evento al Galoppatoio di Villa Borghese per l’Earth Day. Ma poche ore dopo, sempre su Facebook, la deputata del Pd comunicava di avere rinunciato alla serata: “Non ci sono andata più al concerto di Patty Smith e Carmen Consoli. Stavo andando alla macchina mano nella mano con Ricarda e mi sono sentita scaricare addosso tanti di quegli insulti: ‘Lesbica di merda, ai forni vi devono mandare’ ecc. Mi voleva mettere le mani addosso. In pieno centro, le persone guardavano…e alcuni si sono arrabbiati con me. Che cosa siamo diventati”.
Cosa siamo diventati? Anna Paola Concia esclude che possa essersi trattato di un caso isolato. “Purtroppo non lo è, fortunatamente ero in pieno centro ed è successo a me che sono una persona con le spalle larghe. Se al posto nostro si fossero trovate due ragazze, magari in un luogo più isolato, avrebbero corso un maggiore rischio. Anche di essere picchiate. Questi fatti si verificano troppo spesso”. Gli strumenti per superare tali barriere culturali, sostiene la deputata, potrebbero essere numerosi. Dalle leggi che sanzionino gli aggressori ad una maggiore presenza di opinion leaders particolarmente dediti alla cultura del rispetto. Tra l’altro, ricorda l’esponente del Pd, “la legge contro l’omofobia da me presentata è ferma in Commissione Giustizia da tempo”. E guarda caso, nella giornata di giovedì, l’auspicio di Dario Franceschini era stato proprio quello di portare in Aula quanto prima la legge. Del resto, come abbiamo sottolineato in apertura, nonostante la Concia abbia informato soltanto gli “amici” di Facebook, il giorno successivo le sono giunti messaggi di solidarietà da tutti gli schieramenti, anche da parte di chi – storicamente – la pensa in maniera diversa su determinati temi. “È un fatto decisamente positivo – commenta Concia – , spero tuttavia che non restino parole a vuoto. Cercherò di spingere affinché arrivino presto dei risultati, ma per riuscirci ho bisogno dell’aiuto dei miei colleghi, di un importante gesto politico in questo senso”.

 

5 Commenti per “Paola Concia: l’impegno contro l’omofobia”

  1. […] deputata del Pd, Anna Paola Concia, protagonista mercoledì insieme alla sua compagna (leggi l'intervista a T-Mag) di un'aggressione in centro a Roma, ha creato una pagina ad hoc su Facebook per […]

  2. […] Queste considerazioni erano seguite alle parole di solidarietà dello stesso Giovanardi dopo l'aggressione omofoba alla deputata del Pd, Anna Paola Concia. Tuttavia, proprio nel Pd, c'è chi ha preso le parti di […]

  3. […] in Commissione Giustizia da tempo”. Anna Paola Concia, deputata del Pd, lo ha ricordato nell'intervista concessa a T-Mag dopo l'aggressione omofoba subita a Roma alcuni giorni prima. La legge ha ottenuto […]

  4. […] Paola Concia lo aveva riferito a T-Mag all'indomani dell'aggressione subita a Roma: la legge contro l'omofobia da lei presentata […]

  5. […] nel 2009. Sul provvedimento si era data molto da fare la deputata del Pd, Anna Paola Concia (intervistata anche da T-Mag). “La maggior parte del Parlamento oggi ha scelto di stare dalla parte dei […]

Scrivi una replica

News

Fabrizio Curcio è stato nominato capo della Protezione civile

Fabrizio Curcio è stato nominato nuovo capo della Protezione civile dal presidente del Consiglio, Mario Draghi. Curcio, 55 anni, succederà ad Angelo Borrelli, il cui…

26 Feb 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus: in Germania il 4,5% della popolazione ha ricevuto una dose di vaccino

In Germania, il 4,5% della popolazione, pari a 5,7 milioni di persone, ha ricevuto una dose di vaccino contro l’infezione da coronavirus. Lo ha riferito…

26 Feb 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Istat: «Nel quarto trimestre, fatturato dei servizi in calo del 7,6% su base annua»

«Nel quarto trimestre 2020 si stima che l’indice destagionalizzato del fatturato dei servizi diminuisca del 2,2% rispetto al trimestre precedente; l’indice generale grezzo registra un…

26 Feb 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, a livello mondiale i contagi hanno superato i 113 milioni

A livello mondiale, le persone contagiate dal coronavirus sono state 113.086.223. A riferirlo la Johns Hopkins University che monitora l’andamento mondiale della pandemia che, al…

26 Feb 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia