Cosa hanno in serbo Bossi e il Cav per Milano? | T-Mag | il magazine di Tecnè

Cosa hanno in serbo Bossi e il Cav per Milano?

Calderoli ha annunciato una sorpresa che influenzerà l'esito del ballottaggio. Ecco di cosa pensiamo si tratti

Quale sarà la sorpresa di Bossi e Berlusconi e che a detta di Calderoli muterà l’atteggiamento dei milanesi nei confronti del ballottaggio? Se lo stanno chiedendo in molti, avanzando ipotesi di ogni genere. Un esercizio quanto mai inutile al quale però, specie con la lucidità tipica di un venerdì pomeriggio di maggio, sentiamo di non poterci sottrarre. Ebbene di che si può trattare? Tendiamo a escludere che si tratti di qualche particolare rivelazione – questa volta non smentibile – che riguardi il passato di Pisapia. Si tratterebbe di una strategia probabilmente poco premiante e supponendo che lo abbiano capito anche Bossi e Berlusconi cancelliamo subito dalla lavagna del Dr. House le possibili ipotesi di questo genere. Non si tratterà dunque di un filmato che ritrae Pisapia annodato in un groviglio di corpi a testimoniare il marchio della lussuria e della depravazione dell’outsider che ha sparigliato i giochi a Milano. Difficile anche che si tratti di un documento che attesti malefatte di qualsiasi genere, o di aderenze del Pisapia a qualche ambiente pericoloso e disdicevole: anche perché sul punto – e dato quel che è stato già detto – non resterebbe che dimostrarne la partecipazione a riti satanici e il fiancheggiamento di Al Qaeda. Si potrebbe allora pensare al più basso dei colpi: un certificato medico che attesti qualche temibile malattia, ma per tener su la metafora che abbiamo lasciato appesa qualche rigo più su, di certo it’s not Lupus. Ma se il nuovo segreto di Fatima non riguarda Pisapia, con cosa ha a che vedere? Per recuperare istantaneamente il disperso consenso leghista forse il duo nordista ha pensato di innescare una bellissima eruzione del Vesuvio ad personam. Di certo l’evento avrebbe effetto: purtroppo però non solo su Milano, perché è immaginabile che Lettieri possa non gradire. E siamo punto e a capo. Pensiamo allora a una promessa elettorale di quelle che spiazzano, come quella dell’abolizione dell’Ici grazie alla quale Berlusconi nel 2006 riuscì a evitare il tracollo perdendo poi con Prodi di soli 24.000 voti, lo stesso numero dei baci di Celentano. E se di promessa elettorale si tratta, cosa contiene? Forse un’iniziativa nazionale per installare alla foce del Dio Po un filtro in grado di recuperare tutta la cocaina che condisce il fiume e che con orrendo spreco si riversa e confonde con la mucillagine adriatica? Forse un’ordinanza comunale che metta all’indice i ladri d’auto? Forse l’intenzione di rafforzare le ronde cittadine a dispetto dell’orda di immigrati che Pisapia avrebbe condotto in città col suo sinistro piffero magico? O ancora l’idea è quella di mettere al lavoro una equipe di saggi sul mito platonico della caverna al fine di estrarne un testo unico che sancisca la sanabilità di quella di Batman e l’assoluta necessità di abbattere quella di Wikileaks? Insomma, come avrete capito non siamo in grado di avanzare alcuna ipotesi seria sulla questione. E ci scusiamo anche coi lettori di non essere riusciti ad affrontare l’argomento con la puntualità alla quale ci illudiamo di avervi abituati. Ma prima di condannarci, come chiedevano i guitti della commedia dell’arte a fine spettacolo, provate a cercare una risposta e poi a trattare l’argomento seriamente. Ci ritroveremo lì, dove s’intende che a volte a una domanda segue una risposta sola.

 

2 Commenti per “Cosa hanno in serbo Bossi e il Cav per Milano?”

  1. prudentissimo

    Secondo me diranno che tagliano il numero dei parlamentari del 50% e dimezzano le prebende degli stessi di più del 50% a partire dalla prossima Legislatura.

  2. redazione

    Vedremo….

Scrivi una replica

News

Coronavirus, un eventuale lockdown a Natale brucerebbe 25 miliardi di spesa delle famiglie

Un eventuale lockdown nel periodo delle feste natalizie brucerebbe 25 miliardi di spesa delle famiglie. La stima è contenuta nel Rapporto Censis-Confimprese Il valore sociale…

27 Ott 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, con la chiusura alle 18 i ristoranti perdono 6 clienti su 10

Complice una delle nuove misure restrittive dell’ultimo dpcm, che prevede la chiusura alle 18 per bar, ristoranti e pub, la ristorazione italiana perde 6 clienti…

27 Ott 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, a livello mondiale i contagi hanno raggiunto i 43,5 milioni

A livello mondiale, le persone contagiate dal coronavirus sono state 43.587.563. A riferirlo la Johns Hopkins University che monitora l’andamento mondiale della pandemia che, al…

27 Ott 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, Conte: «Ora è il momento della responsabilità»

«Ora è il momento della responsabilità». Così il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, in un intervento pubblicato sul Fatto Quotidiano. «La politica – e questo vale soprattutto…

27 Ott 2020 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia