Dal Brasile no all’estradizione. Berlusconi: “Vivo rammarico” | T-Mag | il magazine di Tecnè

Dal Brasile no all’estradizione. Berlusconi: “Vivo rammarico”

CESARE BATTISTI

La Corte suprema del Brasile ha deciso per il no all’estradizione di Cesare Battisti in ossequio alla decisione che già fu dell’ex presidente Lula. L’ex militante di estrema sinistra, condannato per alcuni omicidi commessi negli anni ’70, è così un umo libero. L’Italia ha fatto sapere che ricorrerà alla Corte dell’Aia mentre il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, ha espresso “vivo rammarico”.

 

2 Commenti per “Dal Brasile no all’estradizione. Berlusconi: “Vivo rammarico””

  1. […] pronuncia con cui il Tribunale Supremo del Brasile ha confermato la precedente decisione del Presidente Luiz Inàcio Lula da Silva di negare l’estradizione di Cesare Battisti, assume […]

  2. gioca

    è una conseguenza della scarsa considerazione dell’italia in ambito internazionale-proviamo a cambiare: MARIO MONTI PROSSIMO PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA.STEFANO RODOTA’ GOVERNATORE BANCA ITALIA-due menti eccezionali

Scrivi una replica

News

Emergenza sanitaria: dal 1° febbraio al supermercato e in farmacia senza Green Pass

Dal 1° febbraio per entrare nella maggior parte dei negozi servirà il Green Pass base, che si può ottenere anche soltanto con un test anti-genico…

21 Gen 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus: in Italia circa ventimila ricoveri in area medica

La nuova ondata di contagi sta mettendo sotto pressione il sistema ospedaliero italiano: i pazienti “con” o “per” Covid-19 ricoverati in area medica sono circa…

21 Gen 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, nel mondo oltre tre milioni di nuovi casi al giorno

A livello globale, tra il 13 e il 19 gennaio, i contagi giornalieri hanno superato i tre milioni, una cifra quintuplicata dalla scoperta della variante…

21 Gen 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »

Coronavirus, 70mila nuovi contagi in Israele

Sono quasi 70mila i nuovi casi registrati in Israele, dove salgono anche i malati gravi che sfiorano quota 638. Il dato dei contagi è il…

21 Gen 2022 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia