TUTTO IL RIMORSO DEL NON DETTO | T-Mag | il magazine di Tecnè

TUTTO IL RIMORSO DEL NON DETTO

Ci concediamo un lungo fine settimana di silenzio. Nel corso delle ultime settimane abbiamo pubblicato decine e decine di notizie sul referendum di domenica e lunedì, e l’unico cruccio è ora quello di non aver forse affrontato con completezza l’argomento referendum quale istituto di democrazia diretta previsto dalla Costituzione. Pressante è stata l’esigenza di fornire un’informazione il più completa possibile sui quesiti e sulle diverse posizioni che hanno animato il mondo politico e civile, e in questo crediamo d’esser riusciti. Ma l’abbiamo fatto come se il referendum avesse un senso certo e inequivoco, come succede in un normale turno elettorale politico o amministrativo.

Il modo in cui funziona il referendum abrogativo nel nostro ordinamento, però, è talmente assurdo che si allestiscono migliaia di seggi, si spendono milioni e milioni di euro perché tutti possano votare e magari poi si scopre che nessuno ha davvero vinto, perché una minoranza (che non vuol perdere) ha ritenuto di profittare di un’altra minoranza (che semplicemente se ne frega di votare) cui sommarsi per costituire una maggioranza virtuale, che non c’è. A occuparsi a fondo della questione non si fa comunque niente di nuovo: un dibattito sotterraneo, stanco e logoro, per quanto esiliato in salotti uggiosi e seste pagine, insiste e s’occupa pigramente da tempo di questo problema. E dobbiamo ritenere che si tratti di una pigrizia contagiosa, ch’evidentemente ci ha colto di sorpresa, come un colpo di sonno, di quelli che si dicono “della ragione”. Per la verità di questo problema in questi giorni s’è pure parlato su T-Mag, e neanche troppo superficialmente: perché nel totale del prodotto è doveroso includere anche i commenti di tanti lettori che hanno arricchito il dibattito con i loro interventi pubblici o privati. In definitiva, quello che ci mancava era solo di lamentarcene con giusta evidenza. E ora si può dar per fatto.

 

Scrivi una replica

News

Coronavirus, a livello mondiale i contagi hanno superato i 177,1 milioni

A livello mondiale, le persone contagiate dal coronavirus sono state 177.124.860. A riferirlo la Johns Hopkins University che monitora l’andamento mondiale della pandemia che, al…

17 Giu 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Hong Kong, arrestati dirigenti giornale Apple Daily

Il Dipartimento di sicurezza della polizia di Hong Kong ha fatto irruzione questa mattina negli uffici dell’Apple Daily, tabloid pro-democrazia del tycoon Jimmy Lai. Nel…

17 Giu 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Cina: «Laboratorio di Wuhan merita premio per la pace»

«L’Istituto di Virologia di Wuhan, sempre al centro dei sospetti sull’origine del Covid-19, meriterebbe il Nobel per la Medicina». Lo ha detto il portavoce del…

17 Giu 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »

Nigeria, anche Boko Haram conferma la morte del leader

Boko Haram, gruppo jihadista nigeriano, ha confermato la morte del proprio storico leader Abubakar Shekau deceduto in combattimento contro il gruppo rivale “Provincia occidentale dello…

17 Giu 2021 / Nessun commento / Leggi tutto »
Testata registrata presso il tribunale di Roma, autorizzazione n. 34/2012 del 13 febbraio 2012
Edito da Tecnè S.r.l - Partita Iva: 07029641003
Accedi | Disegnato da Tecnè Italia